lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Lavoro & Economia ''Quanto consuma la mia casa?'',...

”Quanto consuma la mia casa?”, cercasi venti famiglie ”volontarie”

Iniziativa unica a livello nazionale: da ora in poi Firenze sarà l'unica città in Italia in cui poter testare ''Quanto consuma la mia casa?''.

-

A Firenze si potrà testare ''quanto consuma la mia casa''.

PROGETTO. “Quanto consuma la mia casa?” è la campagna promossa da Comune di Firenze, Legambiente e Casa Spa per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’efficienza energetica e della vivibilità degli edifici. Da oggi tutti possono partecipare alla selezione che porterà 20 famiglie fiorentine a essere protagoniste di un progetto per misurare i consumi reali del loro alloggio e per scoprire come si può risparmiare energia, diventando inquilini responsabili e tagliando le spese della bolletta. In pratica, sui 20 alloggi prescelti (rappresentativi delle varie tipologie di abitazioni) verrà effettuata una serie di diagnosi strumentali, per poi incrociare i dati e capire dove ci sono sprechi e come evitarli: e alla fine emergeranno indicazioni utili per tutti i cittadini. Aderire all’iniziativa è semplice e gratuito: si può scaricare la richiesta di partecipazione dal sito di Legambiente toscana, compilarla ed inviarla a Casa spa entro il 10 dicembre 2013. La selezione avverrà entro Natale e all’inizio di dicembre partiranno le analisi; i risultati saranno resi pubblici entro aprile.

DATI. La spesa energetica delle famiglie è andata crescendo enormemente negli ultimi anni e, tra riscaldamento degli ambienti, dell’acqua sanitaria, elettricità e gas arriva mediamente a superare i duemila euro all’anno di spesa. Non solo: molte famiglie sono costrette a vivere in abitazioni calde nei mesi estivi e fredde in quelli invernali, a causa di edifici realizzati con materiali scadenti, costruiti senza alcuna attenzione all’isolamento termico ed al soleggiamento. Una situazione che può comunque essere cambiata intervenendo su difetti d’isolamento termico, impianti ed elettrodomestici e stili di vita. Elementi che, insieme, possono portare ad una spesa in bolletta decisamente ridotta.

OBIETTIVO. I dati saranno utilizzati dal Comune anche per la definizione del nuovo Regolamento urbanistico e del conseguente Regolamento Edilizio, per le parti relative agli indirizzi sul risparmio energetico e l'efficienza delle abitazioni; per questo la selezione delle domande di partecipazione avrà come criterio di individuare un campione rappresentativo delle diverse tipologie edilizie presenti nel Comune di Firenze, dei diversi periodi e materiali di costruzione, delle caratteristiche e della disposizione degli alloggi. Coinvolgendo gli abitanti della casa, che dovranno offrire la loro disponibilità, nelle abitazioni verranno effettuate analisi termografiche (per capire i problemi di isolamento delle pareti), analisi dei consumi elettrici e degli stili di vita, attraverso cui sarà possibile svelare tutte le problematiche energetiche ��” elettriche e termiche – dell’abitazione.

L'ASSESSORE. “Firenze è la prima città in Italia a mettere in pratica questo tipo di progetto e ne siamo particolarmente orgogliosi – afferma l’assessore all’Ambiente Caterina Biti, che ha presentato l’iniziativa insieme al presidente di Casa Spa Luca Talluri e il vicepresidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini – Far passare la cultura della sostenibilità è la nostra sfida per il futuro e questo è un altro esempio concreto delle politiche ambientali e a favore del risparmio energetico che sta mettendo in campo questa amministrazione”.

Ultime notizie

Matrimonio 2021, Dpcm 16 gennaio: regole e restrizioni anti-Covid

Quanti invitati possono partecipare a un matrimonio secondo il nuovo Dpcm del 16 gennaio, quali sono le regole e le restrizioni anti-Covid per ricevimento e feste di nozze. Le informazioni per chi si sposa

Il testo del nuovo Dpcm di gennaio 2021 (pdf) in Gazzetta Ufficiale

Stop all'asporto dei bar e riapertura dei musei in zona gialla. Quando uscirà in Gazzetta Ufficiale il testo del nuovo Dpcm di gennaio 2021 e cosa prevede

Covid in Toscana, 18 gennaio: contagi in calo, aumentano i ricoveri

Dati su contagi di Covid in Toscana aggiornati al 18 gennaio: i nuovi casi positivi e il punto della situazione nel bollettino della Regione

Palestre, quando la riapertura nel 2021: chiuse fino al 5 marzo? Le ipotesi

Dpcm, zona bianca e lezioni individuali. Quando riapriranno palestre e piscine nel 2021: chiuse fino al 5 marzo