Un fanale posteriore con funzione “salvavita” per mezzi a due ruote, che si collega tramite bluetooth allo smartphone ed è capace, in caso di incidenti o cadute, di inviare tramite sms la posizione GPS. Un meccanismo per ottimizzare l’orientamento delle antenne Wi-Fi o LTE, abbinato ad un servizio di misurazione della qualità dell’aria. E ancora un allevamento elicicolo (da lumache) per la produzione di principi attivi per cosmetici, con protagonisti i ragazzi disabili. E la rivitalizzazione di un luogo attraverso l’aggregazione delle aziende agricole locali e la realizzazione di una filiera di trasformazione unica dei prodotti. Guardano alle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, ma anche alla riqualificazione dell’ambiente e al sociale le quattro idee finaliste di SmArt and Coop 2, il bando di Legacoop Toscana e di Fondazione CR Firenze che premia i gruppi di under 35 che desiderano costituire una impresa cooperativa. 


Quattro i team finalisti e non più tre come era inizialmente previsto. L’ alto livello qualitativo delle proposte pervenute (15 i progetti candidati per un totale di oltre 50 giovani coinvolti, otto i gruppi che hanno partecipato all’hackathon, la gara di creatività per l’accesso alla fase finale) ha portato la Commissione di valutazione a dare a AEquilibrium, G-Move, Helix Felix e I Diavolacci la possibilità di prendere parte al programma di accelerazione imprenditoriale. Proprio in questi giorni i quattro gruppi sono in visita a Impact Hub Belgrado, una realtà europea di riferimento nel campo dell’innovazione sociale per tre giorni dedicati al team building e al “fare impresa”. 


Un’opportunità e una delle novità di questa seconda edizione del bando che rientra nel percorso di formazione e di potenziamento organizzato in collaborazione con Impact Hub Firenze e Università di Firenze che i 14 giovani finalisti stanno svolgendo. Il programma prevede l’accesso gratuito allo spazio fiorentino di coworking in via Panciatichi 16, un ciclo di lezioni sulla cooperazione tenuto da Legacoop Toscana, l’ accompagnamento e il tutoring (su aspetti commerciali, legali, strategici, business planning, fiscali e di comunicazione), forme di facilitazione nell’incontro con tecnici specializzati nelle aree di riferimento del business, seminari e didattica frontale.


Al termine del programma i 4 gruppi definiranno, con il supporto di tutor ed esperti, un piano di sviluppo concreto per il proprio progetto imprenditoriale. L’assegnazione dei premi finali è prevista per il mese di maggio.