La bella stagione non è arrivata solo per noi bipedi, ma anche e soprattutto per i nostri amici a 4 zampe che in vista delle nostre vacanze, spesso devono trovare una casa alternativa, possibilmente piacevole, accogliente e verrebbe quasi da dire, familiare.

Da qui è nata proprio l’idea di mamma Marzia e sua figlia Rebecca, che hanno scelto di aprire un’attività che avesse proprio queste caratteristiche, che fosse capace di ospitare tanti cagnolini sia durante il giorno che la notte e che non fosse la classica e triste pensione. “Abbiamo inaugurato il Grandog nell’ottobre 2015 – racconta la giovane Rebecca – e da quel momento, grazie al passaparola, abbiamo avuto sempre moltissimi clienti. Del resto mettiamo tutto il nostro amore per gli animali nel nostro lavoro, li coccoliamo e ci prendiamo cura di loro proprio come se fossero nostri. Tant’è che spesso accade che i cani che hanno soggiornato da noi, una volta tornati a casa siano un po’ tristi per il distacco dai loro amici.”

Grandog Firenze

Gli ospiti infatti possono stare all’interno della struttura di via Paisiello sia durante il giorno, in occasione di quello che viene chiamato l’asilo, sia per la notte, che trascorrono direttamente nell’abitazione delle due imprenditrici, in completa libertà senza alcun limite di spazio, scorrazzando tra il giardino e la casa.

Prima di essere lasciati al Grandog però è necessario un piccolo periodo di inserimento, per capire se il nostro amico peloso si senta a suo agio e come interagisca anche con gli altri cani. L’atmosfera che si deve respirare all’interno della struttura infatti deve essere assolutamente di armonia e di tranquillità tra gli ospiti che la popolano rendendo vincente i concetti di inclusione, unione e tolleranza. Del resto si sa, gli animali hanno sempre molto da insegnare a noi esseri, a volte neanche troppo, umani.