lunedì, 15 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniTendenzeeTA Canada: come viaggiare senza...

eTA Canada: come viaggiare senza visto per lavoro, studio o vacanza

Come fare richiesta dell'autorizzazione elettronica di viaggio, per recarsi in Canada e restare per brevi periodi

-

- Pubblicità -

Viaggiare senza visto verso il Canada è possibile, per vacanza, studio, affari o brevi soggiorni, se ci sposta in aereo e si fa richiesta dell’eTA. Dallo scorso settembre la terra delle foglie d’acero ha riaperto i confini ai turisti e a chi si muove per lavoro, se vaccinati contro il Covid. Per volare verso un aeroporto canadese è necessario avere una speciale autorizzazione, di cui si può fare domanda solo se si rispettano alcuni requisiti e soltanto per una permanenza con una durata limitata di tempo. Vediamo allora come funziona l’eTA per il Canada.

Cos’è l’eTa per il Canada: cosa significa?

eTA è una sigla che sta per Electronic Travel Authorization, ossia autorizzazione elettronica di viaggio, ed è necessaria per gli stranieri senza visto, di determinati Stati, che vogliono entrare in Canada a bordo di un aereo per periodi inferiori ai 6 mesi e in base a diversi motivi come studio, affari, turismo, visita a familiari e amici. Non si tratta di un documento cartaceo, ma di un “lasciapassare” dematerializzato che viene associato elettronicamente al passaporto del singolo viaggiatore, che quindi deve essere valido durante l’intera permanenza Oltreoceano.

- Pubblicità -

Una volta ottenuta l’autorizzazione e arrivati in aeroporto la procedura sarà molto semplice, perché il controllo verrà effettuato automaticamente dal personale della compagnia aerea durante le procedure di check-in, scansionando il passaporto. E i bambini? Anche per i minorenni stranieri che arrivano in aereo sono obbligatori il passaporto e l’eTA, che deve essere richiesta dai genitori.

Come fare domanda per l’eTA canadese

Per richiedere un’eTA è necessario soddisfare alcuni requisiti come essere cittadini di una nazione per cui il Canada prevede l’esenzione dal visto (nella lista è compresa anche l’Italia insieme agli altri Paesi dell’Unione Europea), avere un passaporto valido e non rappresentare una minaccia per la sicurezza dello Stato, la salute pubblica o l’applicazione legge.

- Pubblicità -

Ad esempio non bisogna avere precedenti penali o aver commesso reati legati al possesso e spaccio di droga, alla guida in stato di ebbrezza, a maltrattamenti o alle false identità. Inoltre bisogna dichiarare di non aver mai violato una legge sui visti internazionali e di non avere in genere comportamenti aggressivi.

La richiesta va fatta online e si può pagare anche con carta di credito. Dopo le verifiche e il via libera da parte delle autorità competenti si riceverà la conferma dell’eTA attraverso l’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda. I tempi per ottenerla variano da poche ore a qualche giorno, nel caso siano richiesti documenti giustificativi o per i controlli a campione da parte del Ministero per l’Immigrazione, i Rifugiati e la Cittadinanza canadese.

- Pubblicità -

Qual è la durata dell’eTA per il Canada

La durata massima di validità dell’eTA è di 5 anni dall’approvazione della richiesta o comunque fino alla scadenza del passaporto, a cui è collegata elettronicamente l’autorizzazione: in questo lasso di tempo si possono varcare i confini del Canada in più occasioni, a patto che ogni volta si permanga sul territorio nazionale per meno di 6 mesi. Dunque se scade il passaporto, andrà fatta domanda per una nuova eTA.

Viene rilasciata solo a chi arriva nel Paese a bordo di un aereo, mentre non è prevista se si varcano i confini in auto, autobus, treno o con una nave (anche da crociera): in questi casi, chi è cittadino italiano, ha bisogno di un visto turistico. Bisogna tenere presente inoltre che l’autorizzazione elettronica di viaggio non è valida per lavorare in Canada. In questo caso la procedura è diversa.

Gli errori da non fare

Gli errori più frequenti sono due: avere un passaporto in scadenza (o che scade durante il soggiorno) e inserire in modo errato il numero di questo documento nella richiesta per l’eTA. Come detto, l’Electronic Travel Authorization è collegata al passaporto e quindi è essenziale che i dati riportati nel modulo di richiesta siano corretti. In ogni caso è consigliabile ottenere l’autorizzazione prima di prenotare e pagare un volo per il Canada, perché al momento della richiesta è possibile anche non conoscere ancora la data di arrivo.

Attenzione poi se in passato si è abitato in Canada: lo status di “residenti permanenti” non scade mai e in questa situazione non è possibile chiedere l’eTA, ma è necessario portare con sé altri documenti. Infine l’autorizzazione elettronica non serve per chi ha un passaporto degli Stati Uniti d’America.

Informazione pubblicitaria

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -