martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Tendenze L’Ecobonus riporta a galla il...

L’Ecobonus riporta a galla il mercato dell’auto, ma ancora non basta per uscire dalla crisi

Gli incentivi governativi aiutano il mercato dell’auto a tornare ai livelli di vendite del 2019, ma ancora non basta per uscire dalla crisi

-

I recenti incentivi governativi stanno aiutando il mercato dell’auto a tornare ai livelli di vendite del 2019, chiudendo così un ciclo di 5 mesi tragici che hanno fatto tracollare il settore, ma non mancano le critiche sulla ripartizione dei fondi. In generale per poter recuperare il terreno perduto c’è bisogno di un’ulteriore scossa che potrebbe arrivare in autunno con le case automobilistiche che faranno a gara per lanciare sul mercato i loro nuovi modelli lasciati in stand-by finora.

Per il mercato auto nostrano, agosto è un mese generalmente fiacco in quanto a vendite, con la maggior parte degli italiani che sono in vacanza, e quest’anno le nuove immatricolazioni, nonostante la novità introdotte dal governo per stimolare il settore come Ecobonus e Decreto Agosto, sono state 88.801, confermando quindi i livelli del 2019, con un leggero calo dello 0,4% che non aiuta a recuperare le perdite generate nei mesi precedenti. Si parla infatti di una flessione complessiva del mercato del -38,9% nel periodo gennaio-agosto con 809.655 unità vendute rispetto alle 1.325.704 del 2019. Il buco è dunque di ben 516.000 unità, che per i concessionari sarà quasi impossibile recuperare da qui a fine anno.

Quello a cui stanno contribuendo in maniera significativa gli incentivi è al cambio della struttura del mercato, con un significativo aumento degli acquisti dei privati (+27%) grazie all’Ecobonus, i cui sussidi sono però andati esauriti già nella prima settimana di agosto. È per questo che il governo ha già deciso da qualche settimana di ampliare i contributi finanziari per l’acquisto di automobili con ulteriori 410 milioni di euro stanziati a questo scopo. 

Per quanto riguarda l’alimentazione, ancora in calo le vendite di vetture benzina (-17,7%) e diesel (-8,1%) mentre crescono ibride (+227,2%), plug-in (+420,5%) ed elettriche (+249,5%) sempre favorite dagli incentivi governativi. Significativo il balzo in avanti delle ibride in quanto a quota totale di mercato con un aumento dell’11,5% rispetto a solo otto mesi fa che le porta ora al 15% di quota sul totale.

La mancanza di fondi messi a disposizione per gli acquirenti di auto ad alimentazione tradizionale sembrano aver posto un freno alla ripresa generale del mercato, mentre i sussidi riservati alle vetture con emissioni fino a 20 g/km di CO2 e fino a 60 g/km finora sono rimasti in buona parte inutilizzati data la ristrettezza del segmento, dimostrando così che certe previsioni iniziali erano errate, secondo quanto affermato dai rappresentanti di UNRAE.

Gli operatori del settore considerano che i mancati aiuti per l’acquisto delle migliaia di vetture km 0 che i concessionari hanno la necessità di smaltire siano una delle lacune di questa nuova ondata di incentivi. Allo stesso tempo, gli automobilisti alla ricerca di occasioni in questo segmento si rivolgono al mercato dell’auto online dove si trovano portali specializzati come Autoo.it che si dedicano alla compravendita di auto usate e km zero controllate e garantite.

L’automobile più venduta ad agosto è ancora una volta la Fiat Panda, con 5.341 immatricolazioni, seguita da Fiat 500X (2.445), Lancia Ypsilon (2.261) e dal sorprendente risultato del Suv Ford Puma che balza al quarto posto con 2.193 unità e conferma che le preferenze degli automobilisti si stanno spingendo sempre di più verso il segmento Suv e Crossover. Nella top 20 si confermano anche alcune delle utilitarie più amate dagli italiani come Volkswagen Polo con 1.750 vetture vendute, Ford Fiesta (1.690) ed Opel Corsa (1.638). Tra i gruppi guida sempre FCA con 20.346 immatricolazioni ma ancora in calo del 2,78% rispetto all’anno scorso, mentre al secondo posto cresce il marchio Volkswagen con 14.824 vetture vendute ed un notevole +15,42% rispetto ad agosto 2019.

Tra le novità più attese in arrivo a settembre 2020, che sarà un mese cruciale per il definitivo rilancio del settore, troviamo diversi modelli ad emissioni bassissime e consumi ridotti, come la quarta generazione della Toyota Yaris, la versione sportiva S3 della gamma Audi A3, l’Opel Corsa-E versione elettrica della storica city-car del marchio del fulmine, ed il Suv elettrico Volkswagen ID.3 cui farà poi seguito il nuovo Volkswagen ID.4 che verrà presentato ufficialmente con un evento online il 23 di settembre e con il quale la casa di Wolfsburg conferma le proprie aspirazioni sul mercato italiano.

Informazione pubblicitaria

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale