Mercato di Sant’Ambrogio, mercoledì pomeriggio: quello che dovrebbe essere uno spazio affollato di bancarelle assomiglia di più al ”deserto dei tartari”. L’apertura pomeridiana non ha suscitato l’effetto sperato, e dopo le prime settimane, in cui all’esterno resisteva qualche banco di ortofrutta, adesso non resta proprio più nessuno. Ma a primavera scatta la seconda chance.

Vai all’articolo