Sono i nuovi maxischermi interattivi installati all’ospedale pediatrico di Firenze. Così l’attesa diventa un gioco

Vai all’articolo