mercoledì 13 dicembre 2017

Vendemmia 2017 in Toscana: previsioni agrodolci

Per l’annata 2017 dagli scaffali scompariranno in media 2 bottiglie su 5. Siccità e gran caldo hanno ''ristretto'' la vendemmia in Toscana. le previsioni sul vino che sarà
Vendemmia 2017 Toscana

Il bicchiere è mezzo vuoto. Il 2017 in Toscana sarà ricordato per la vendemmia agrodolce: aspra se guardiamo la quantità, crollata a causa della siccità e delle temperature roventi, dolce per la qualità dell’uva, con il caldo che ha fatto terra bruciata intorno ai killer degli acini, come parassiti e malattie.

Vendemmia 2017 in Toscana

Le piogge di inizio settembre hanno poi spostato in extremis il livello della qualità verso l’alto. Quest'anno la raccolta in vigna, partita a “scoppio anticipato”, ma una cosa fin dall’inizio è parsa chiara: c’è poco da brindare. Per l’annata 2017 dagli scaffali scompariranno in media 2 bottiglie su 5.

“Abbiamo avuto delle uve splendide, sane come non mai, i vini saranno belli coloriti e corposi, il problema vero è la quantità – avverte Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti - abbiamo registrato in media il 30% in meno di produzione con punte del 40”. Tutto questo spingerà su i
prezzi: secondo il borsino del vino si potrebbero avere aumenti fino al 10% sul prodotto finito.

Il vino che sarà (e il clima impazzito)

Un altro Consorzio, quello del Chianti Classico, dà una preview del vino che sarà. “Abbiamo delle gradazioni potenziali piuttosto importanti – anticipa Sergio Zingarelli, presidente del Gallo Nero - probabilmente si otterranno vini di grande piacevolezza ed equilibrio. Per la parte aromatica bisognerà
aspettare”. E ora si guarda al futuro perché le condizioni climatiche estreme non sembrano un’eccezione ma la regola.

Secondo Zingarelli bisogna tornare a creare laghi in collina, casseforti d’acqua per la siccità. “Va ripensata l’irrigazione, vanno introdotti nuovi vitigni – aggiunge Busi del Consorzio Vino Chianti – in altre regioni già vengono testate piante resistenti alle malattie o alla siccità”. In conclusione, però, guardiamo il bicchiere mezzo pieno: quest’inverno potremo consolarci con il vino 2016, annata eccezionale secondo gli intenditori.

5 ottobre 2017
articoli correlati

La storica pasticceria 3MT dell'Isolotto riapre?

Ha abbassato il bandone dopo quasi 30 anni di onorato servizio, lasciando l'Isolotto senza lo 'storico' tronchetto di Natale. Adesso la pasticceria 3MT sta valutando se continuare la sua dolce avventura

I segreti del buon gelato svelati da Vetulio Bondi

Il gelatiere fiorentino rivela come riconoscere il gelato di qualità. Basta qualche semplice trucco. La guida all'assaggio

Aperitivo panoramico a Firenze: le migliori terrazze con vista foto

Hotel a 5 stelle, roofgarden, top bar e terrazze da bere: la nostra guida 2017 all'aperitivo con vista mozzafiato su Firenze. Tutte le informazioni utili: prezzi, orari e consigli
quartieri di firenze
Primo piano

Biglietti scontati per il cinema Spazio Uno

Il Reporter apre le porte del cinema, per sostenere una storica sala a rischio chiusura: con i coupon presenti sul nostro mensile biglietti super scontati tutti i giorni, anche i festivi
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Curiosità
Cibo
Focus

Capodanno 2018: Firenze in piazza con Meta, Morgan e Gualazzi

Tris di nomi per il concerto al piazzale Michelangelo. Il countdown per il Capodanno 2018 a Firenze si passerà in piazza, dall'Oltrarno a Gavinana

Lorenzo Baglioni e Sanremo: ‘No alle domande sul congiuntivo’ video

Il cantante e attore toscano è tra i giovani finalisti che si giocheranno la partecipazione a Sanremo 2018. Suo malgrado, abbiamo sottoposto Lorenzo Baglioni a un test di congiuntivo

Abbonamento al teatro? I ragazzi pagano meno (con un concerto pop)

Dopo il successo della prima edizione, torna il progetto 'Il Teatro? Bella Storia'. Un abbonamento in 'versione teenager': 7 spettacoli più un concerto di Jovanotti o Allevi a un prezzo speciale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina