venerdì 17 agosto 2018

Come cambiano i percorsi dei bus Ataf con le nuove linee della tramvia

Un bus viene soppresso, nascono 3 nuovi collegamenti mentre altri 9 cambieranno capolinea. Novità anche per le fermate dei pullman extraurbani. Linea per linea tutte le modifiche al servizio Ataf
Redazione
Linee Ataf e tramvia Firenze: le modifiche ai percorsi 2018

Bus Ataf, cambia tutto , in particolare nelle zone di Rifredi, Novoli e Careggi, quando la tramvia sfreccerà sui binari. La metà degli autobus che circola sarà interessato dalle modifiche ai percorsi.

Quando scattano le novità

Una rivoluzione su gomma che scatterà in due tranche. La prima fase prevista a inizio luglio, in concomitanza con la messa in funzione della linea 3 della tramvia (che di fatto è una prosecuzione della T1 fino a Careggi), comporterà modifiche a 45 linee Ataf su un totale di 94. Il secondo step è previsto a settembre insieme all’avvio della linea 2 della tramvia (piazza dell’Unità e l’aeroporto) con cambiamenti ai tracciati di altri 18 bus.

Cosa cambia con la tramvia

In soldoni ecco le novità: da Careggi, Novoli e Rifredi i bus non porteranno più i passeggeri direttamente alla stazione anche per alleggerire il traffico, ma serviranno per collegare le zone lontane dai binari alla tramvia. Saranno eliminati tutti i percorsi che si sovrappongono con i binari di Sirio.

Non si perdono chilometri, viene spiegato da Palazzo Vecchio, ma le percorrenze ante-tramvia vengono ridistribuite per migliorare i collegamenti con la nuova infrastruttura di trasporto pubblico.  Con l’occasione saranno ridisegnate anche linee lontane dalle zone della tramvia, come il bus numero 7 per Fiesole.

"In questa fase sperimentale si è scelto di intensificare il servizio di adduzione alle linee tranviarie per valutare l’effetto complessivo su una rete fortemente potenziata dal tram – spiega Stefano Giorgetti assessore alla mobilità del Comune di Firenze –.  In sostanza si è cercato di estendere, con la gomma, i binari del tram la dove non arriva, intensificando le linee di interscambio con la tramvia”. In futuro non sono esclusi ritocchi per migliorare il servizio, viene specificato dal Comune di Firenze.

Tramvia linea 3: le modifiche ai bus Ataf

I bus Ataf numero 2 e 28, che collegano Firenze con Sesto Fiorentino  e Calenzano, non arriveranno più alla stazione ma faranno capolinea in piazza Dalmazia all’altezza della fermata del tram: per raggiungere la zona centrale sarà necessario salire su Sirio.

La linea 4 verrà soppressa, perché di fatto gran parte del suo percorso coincide con quello della tramvia. Il servizio all’interno del quadrante di Rifredi sarà però garantito da un autobus di interconnessione con i due tracciati del tram (vedi il paragrafo sulla linea 55).

Il numero 8 modifica il suo percorso e diventa più corto, andrà da Nave a Rovezzano fino alla Fortezza da Basso (non farà più capolinea a Careggi), in viale Strozzi sarà possibile salire sulle tramvia diretta verso l’ospedale.

La linea Ataf 14 cambierà: dal Girone arriverà solo fino a Santa Maria Novella e non raggiungerà più Careggi, per farlo basterà salire sul tram per arrivare in 20 minuti al polo ospedaliero.

Modifiche anche per la linea 23, che non arriverà più a Nave a Rovezzano, verrà infatti soppressa questa diramazione, mentre rimarrà in funzione quella per Sorgane (23 A) e nascerà una nuova diretta a Bagno a Ripoli–Croce a Varliano (23 B).

È previsto poi in aumento del servizio della linea Ataf 32 che collega piazza San Marco con l’ospedale di Ponte a Niccheri.

Nasce la linea bus 33 che servirà i passeggeri nella zona della tramvia, andando dalla stazione di Rifredi fino alla fermata Morgagni del tram. Ci saranno due diramazioni, la A diretta al Meyer e la B per Niccolò da Tolentino.

Altra novità il bus 55 che metterà in collegamento le due linee della tramvia: andrà dalle Cascine, passerà per via Puccini, arriverà alla fermata della linea 2 della tramvia a “Novoli”, toccherà via dello Statuto e la relativa fermata del tram diretto a Careggi e infine arriverà al Poggetto.

Linee Ataf modifiche tramvia Firenze Novoli Rifredi Careggi

Tramvia T2: le modifiche alle linee Ataf

C’è una gradita “sorpresa” per i fiesolani: da tempo chiedevano che il capolinea del 7 tornasse in piazza Stazione. E così sarà con l’attivazione della seconda linea tramviaria: il 7 da settembre terminerà la sua corsa non più in piazza San Marco, come succede oggi, ma in largo Alinari (arrivando alla stazione sul lato McDonald, tanto per intederci).

Tra piazza Leopoldo, San Jacopino e piazza Puccini nascerà la linea circolare 16, che transiterà da via Maragliano per collegare le varie zone del quartiere con la linea 2 della tramvia.

Con l’attivazione del tram tra piazza dell’Unità e l’aeroporto, al momento prevista entro la fine di settembre, la linea Ataf 29 sarà rivoluzionata: non collegherà più l’area dell’Osmannoro con il centro di Firenze, ma diventerà una linea trasversale che metterà in comunicazione l’Osmannoro e la stazione ferroviaria di Rifredi incrociando la linea 2 a Novoli.

La linea 30 cambierà per incrociare il tram in direzione aeroporto in via di Novoli (Palazzi Rossi) e il tram T1 alla Leopolda.

31 e 32 saranno prolungate fino a viale Strozzi, dalla parte di Piazzale Montelungo, con transito da viale Lavagnini-viale Strozzi.

Il bus 57 crescerà e sarà esteso fino a Calenzano.

Per la linea 59 diretta al polo scientifico di Sesto Fiorentino rimarrà il collegamento con la stazione di Rifredi (lato Vasco de Gama) ma è previsto anche il prolungamento fino a via Santo Stefano in Pane per l’interscambio con la tramvia e il nuovo collegamento con il polo universitario di viale Morgagni.

Sul sito di Ataf gli aggiornamenti in tempo reale sulle modifiche ai percorsi dei bus dopo l'attivazione della tramvia.

Le linee extraurbane cambiano capolinea

Già nella prima fase di inizio luglio tutti i pullman extraurbani che arrivano da Mugello, Valdisieve, Valdarno, Casentino e parte del Chianti faranno capolinea vicino alla Fortezza da Basso, in piazzale Montelungo, accanto alla rampa pedonale che porta alla Stazione Santa Maria Novella.
Le corriere provenienti da ovest (ad esempio da Prato, Montecatini, Pistoia) si fermeranno parte in piazza Vittorio Veneto e parte alla Leopolda.

Con l’avvio della linea 2 saranno poi effettuate fermate anche al nodo di viale Guidoni con possibilità di interscambio con la tramvia.

Il piano delle modifiche al trasporto pubblico locale fiorentino è stato definito dal comitato tecnico e dai rappresentanti di Comune di Firenze, Città Metropolitana e Regione Toscana, One scarl (con Ataf) ed è stato condiviso anche con tutti i Comuni della cintura metropolitana.

27 giugno 2018
articoli correlati

Come chiedere il rimborso degli abbonamenti Ataf

Firenze ha stanziato un milione di euro per congelare gli aumenti degli abbonamenti annuali Ataf per le famiglie con redditi bassi e per gli studenti residenti sul territorio comunale

Le 5 cose che devi sapere sulla nuova tramvia a Firenze

Le linee, i percorsi, i tempi di percorrenza e le novità delle nuove linee della tramvia 

Stazione SMN: come funzionano i nuovi gate

Stazione e gate, istruzioni per l'uso. Attivi i varchi che consentono solo a chi ha il biglietto di entrare nella zona partenze. La scorciatoia del binario 16? Ecco il nuovo percorso da piazzale Montelungo
quartieri di firenze
Primo piano

Al via il monitoraggio su strade e ponti di Firenze

A seguito della tragedia di Genova, la Prefettura di Firenze ha deciso controlli sulle infrastrutture stradali nel territorio provinciale. Intanto in città il Ponte Vespucci è sorvegliato speciale.
news
Estate
Da non perdere
On the road
Tempo Libero
Focus

Cinema all’aperto nel teatro romano di Fiesole

In programma i migliori film dell’Istituto Stensen su un grande schermo gonfiabile all’interno della suggestiva area archeologica. Due settimane di cinema a Fiesole e il biglietto è low cost

Concerti davanti Santo Spirito e viste guidate gratuite

Per tutto agosto, alla sera, musica sul sagrato della basilica di Santo Spirito. E la Fondazione Salvatore Romano apre le porte in notturna con visite guidate a ingresso libero

Gli artisti del Maggio sul "palcoscenico" del Museo Novecento

Al Museo Novecento prende vita la mostra dedicata a bozzetti e figurini dei più grandi artisti del XX secolo, che hanno prestato la loro opera per il Maggio Musicale Fiorentino. 

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina