venerdì, 12 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeBonusBonus spesa: cosa non si...

Bonus spesa: cosa non si può comprare e dove si può spendere

Tutto quello che c'è da sapere sulla nuova carta acquisti solidale per fare la spesa alimentare (anche con lo sconto). Come funziona, la scadenza e i negozi aderenti

-

- Pubblicità -

Sta arrivando la carta solidale “Dedicata a te”, riservata agli acquisti alimentari, l’evoluzione 2023 del bonus spesa: non ci sono dei buoni, ma una card prepagata da spendere nei negozi convenzionati, dove ottenere anche uno sconto del 15%. Il sostegno economico è stato previsto dalla legge di bilancio per arginare il caro-carrello, ma è partito ufficialmente solo a inizio luglio. In particolare la misura riguarda i nuclei familiari con redditi bassi. Cosa si può comprare, dove si può spendere il bonus spesa, come verificare il saldo della carta solidale “Dedicata a Te”, come sapere se spetta la card acquisti, quando scade: sono tanti i dubbi su questo tema. Vediamo allora di fare chiarezza.

Bonus spesa: come sapere se mi spetta la Carta acquisti Dedicata a Te?

Prima di tutto è bene ricordare che il singolo cittadino non può richiedere il bonus spesa, ma la lista dei beneficiari a cui spetta la Carta Dedicata a Te è stata definita dall’Inps insieme ai Comuni incrociando le banche dati. Nel dettaglio l’agevolazione è diretta alle famiglie con almeno tre componenti e un Isee inferiore ai 15.000 euro (e che abbiano presentato la dichiarazione DSU Isee nel 2023). Si tratta, in totale, di 1,3 milioni di nuclei familiari in tutta Italia. Nella graduatoria viene prevista la priorità a chi ha figli piccoli. Ci sono delle esclusioni, ad esempio non si devono ricevere altri sostegni al reddito come l’indennità di disoccupazione o il reddito di cittadinanza (qui i requisiti del bonus spesa).

- Pubblicità -

Ma come sapere se spetta la “Carta Dedicata a Te”? Le singole amministrazioni comunali stanno comunicando in queste settimane con una lettera l’assegnazione della card acquisti che poi può essere ritirata alle Poste. I Comuni non pubblicheranno la graduatoria dei beneficiari del bonus spesa con nome e cognome, per evidenti motivi di privacy, ma alcune amministrazioni hanno riportato sui loro siti l’elenco grazie a dati non identificabili (ad esempio il numero di protocollo della DSU Isee) o hanno fornito dei contatti telefonici a cui rivolgersi per informazioni. A Firenze, ad esempio, il Comune ha iniziato a inviare le raccomandate ai beneficiari del bonus spesa lo scorso 18 luglio, per invitarli a ritirale la carta solidale “Dedicata a Te” agli sportelli degli uffici postali.

Come sapere il saldo della carta acquisti (anche via SMS)? Si ricarica ogni mese? Quando scade?

Il bonus spesa è una tantum, questo vuol dire che la Carta solidale “Dedicata a Te” non si ricarica ogni mese, ma su ogni card viene accreditato l’importo di 382,50 euro una sola volta (con una scadenza e con dei limiti su cosa si può comprare nei negozi convenzionati). Ogni tessera è protetta da codice segreto PIN che viene richiesto al momento del pagamento, ma non è possibile ricaricarla o prelevare contanti.

- Pubblicità -

Per verificare il saldo della carta acquisti solidale e la lista dei movimenti bisogna recarsi a uno sportello automatico ATM Postamat, inserendo card e PIN oppure usare il servizio di comunicazione del saldo via SMS (attivabile gratuitamente chiamando il numero 800.666.8881). Una volta registrato il proprio numero di cellulare, oltre a ricevere un messaggio dopo ogni acquisto effettuato, sarà possibile richiedere il saldo SMS chiamando il numero verde 800.130.6401 oppure ottenere la lettura vocale del saldo contattando il numero 800.666.888.

Su ogni Carta Dedicata a Te emessa da Poste Italiane è indicato il periodo di validità, tuttavia il bonus spesa “scade” se non si usa almeno una volta la tessera per un pagamento entro il 15 settembre 2023. Se a questa data non sono presenti movimenti, il saldo viene azzerato in automatico e i soldi non spesi tornano nel fondo nazionale per finanziare altre carte solidali.

- Pubblicità -

Cosa si può comprare con il bonus spesa e cosa no: l’elenco per la Carta solidale Dedicata a Te

L’utilizzo della carta solidale è gratuito, ma può essere usata solo per comprare prodotti alimentari di prima necessità che fanno parte di una specifica lista pubblicata sul sito del Ministero della Sovranità alimentare (l’ex Ministero delle Politiche agricole), che si occupa dell’applicazione dell’agevolazione: ad esempio con il bonus spesa non si possono fare acquisti di vestiti, alcolici, sigarette, detersivi, medicine o benzina.

Ecco l’elenco dettagliato degli alimenti per cui si può usare la carta nei negozi e supermercati:

  • carni suine, bovine, avicole, ovine, caprine, cunicole
  • pesce fresco
  • latte e suoi derivati (come formaggi, yogurt, ecc)
  • uova
  • olio d’oliva e di semi
  • prodotti della panetteria (sia ordinaria che fine), della pasticceria e della biscotteria
  • pasta
  • riso, orzo, farro, avena, malto, mais e qualunque altro cereale
  • farine di cereali
  • ortaggi freschi e lavorati
  • pomodori pelati e conserve di pomodori
  • legumi
  • semi e frutti oleosi
  • frutta
  • alimenti per bambini e per la prima infanzia (incluso latte di formula)
  • lieviti naturali
  • miele
  • zucchero
  • cacao in polvere
  • cioccolato
  • acqua minerali
  • aceto di vino
  • caffè, tè, camomilla

Dove spendere il bonus spesa: l’elenco dei negozi convenzionati per lo sconto del 15%

Con la “Carta Dedicata a Te” si può comprare la merce specificata qui sopra, usandola alla cassa come un normale bancomat, in tutti i supermercati e i negozi che vendono generi alimentari. Inoltre Ministero della Sovranità alimentare e delle Foreste ha stipulato convenzioni con le principali associazioni di categoria e con molte catene della grande distribuzione in modo da prevedere un ulteriore sconto del 15% per chi ha la carta: qui è possibile trovare l’elenco pdf dei negozi aderenti.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -