Memoriale di Auschwitz Ex 3 Firenze

“Per l’inaugurazione del memoriale di Auschwitz all’Ex 3 di Firenze stiamo valutando diverse date all’inizio di maggio, tra cui anche l’8 maggio, giorno in cui si ricorda la fine della seconda guerra mondiale”. L’annuncio arriva da Alessio Ducci, presidente dell’Aned di Firenze, l’associazione nazionale ex deportati.

Nel complesso di piazza Bartali, chiuso dal 2012, prenderà posto il primo museo del Paese dedicato alla Memoria, che ospiterà il memoriale italiano di Auschwitz, ma anche i materiali che arrivano dal museo della deportazione e della resistenza di Prato.

L’obiettivo, spiega Ducci, è quello di creare un percorso che attraverso video, testimonianze e lo stesso memoriale, faccia toccare con mano soprattutto alle nuove generazioni questo momento buio della storia. Previsti percorsi didattici per le scuole, ma il museo sarà aperto anche al pubblico con un biglietto d’ingresso simbolico di pochi euro.

Memoriale di Auschwitz all’Ex 3, il crowdfunding Coop.fi

Intanto si sta concludendo il restauro del Memoriale, affidato all’opificio delle Pietre dure: per l’ultima parte del recupero e dell’allestimento, Unicoop Firenze ha lanciato una raccolta fondi che sta per raggiungere l’obiettivo dei 40mila euro, grazie a oltre 10mila donazioni alle casse dei supermercati Coop.fi (che saranno raddoppiate dalla cooperativa), 10 cene e 3 visite guidate alla sinagoga di Firenze a cui hanno partecipato 100 persone.

L’evento finale di questa campagna è una grande cena di finanziamento che martedì 26 marzo richiamerà al Tuscany Hall di Firenze mille persone e artisti come Alice, Bandabardò, Enrico Frinck che si alterneranno sul palco.

“Una volta inaugurato il Memoriale, lavoreremo insieme ad Aned per creare iniziative e far visitare il museo ad adulti e ragazzi – ha spiegato Claudio Vanni, responsabile relazioni esterne di Unicoop Firenze – con le nostre proposte educative per le scuole coinvolgiamo ogni anno 70mila tra bambini e ragazzi, anche con percorsi dedicati alla memoria”.

Ex 3 Firenze museo Memoria memoriale Auschwitz restauro

Cos’è il memoriale

Il Memoriale italiano di Auschwitz è un’imponente opera d’arte a forma di spirale, firmata tra gli altri da Primo Levi e dal compositore Luigi Nono, che fu inaugurato nel 1980 nel blocco 21 del campo di concentramento. Dal 2014 è stato smantellato per decisione del governo polacco e “sfrattato”: il Comune di Firenze si è così candidato a ospitare l’opera, con il finanziamento della Regione Toscana e della Fondazione Cassa di risparmio di Firenze per un totale di 2,5 milioni di euro. Durante il restauro però sono sorte alcune problematiche ed è stato necessario raccogliere altri 40mila euro.

Il nuovo museo all’Ex 3 ospiterà al piano terra una sala multimediale e la mostra permanente che documenta le deportazioni naziste, mentre al primo piano prenderà posto il memoriale.