mostra botanica Leonardo da Vinci Firenze Santa Maria Novella
Il chiostro grande di Santa Maria Novella

Tavole originali, installazioni interattive e piante, vive e vegete. La botanica vista da Leonardo da Vinci invade con una mostra il museo di Santa Maria Novella di Firenze, al culmine delle celebrazioni per i 500 anni della morte del genio toscano. La botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra arte e natura si svolge dal 13 settembre al 15 dicembre 2019 ed è accompagnata da un programma di eventi, tra visite guidate all’esposizione, passeggiate botaniche e incontri con scienziati anche fuori città.

Non a caso a curare questo percorso sono stati Stefano Mancuso, una tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia vegetale e Fritjof Capra, fisico e teorico dei sistemi e studioso di Leonardo da Vinci, oltre a Valentino Mercati, fondatore e presidente di Aboca, azienda che ha finanziato l’allestimento.

Dentro la mostra sulla Botanica di Leonardo

Al centro dell’evento espositivo, ospitato negli spazi del dormitorio e del chiostro grande di Santa Maria Novella, gli studi e le scoperte del genio toscano sul mondo vegetale, tra cui 3 preziosi fogli originali del Codice Atlantico della Biblioteca Ambrosiana. I visitatori possono vedere i disegni che Leonardo dedicò alle piante, unendo estro artistico e desiderio di scoperta. Questo percorso, in tempi di cambiamenti climatici ed emergenze ambientali, vuole far riflettere anche sul rapporto tra l’uomo e la natura.

L’itinerario nella botanica leonardesca si apre nel chiostro grande di Santa Maria Novella con 5 poliedri regolari, disegnati da Leonardo per compendio al “De Divina Proportione” di Luca Pacioli, accompagnati da una sfilata di piante vere, selezionate in base a quelle raffigurate o citate nei suoi scritti.

All’interno invece un intreccio di alberi e foglie evocano la decorazione della Sala delle Asse a Milano, mentre installazioni multimediali mettono in relazione le scoperte del genio, con temi sempre attuali: gli studi sugli anelli degli alberi e la storia dell’umanità, il fototropismo e la capacità della natura di adattarsi, l’anatomia vegetale e le opere contemporanee. Il percorso si conclude con l’installazione dedicata alle interconnessioni fra tutti gli elementi del sistema vivente che ripensa in modo contemporaneo il celebre “uomo vitruviano”.

La mostra sulla Botanica di Leonardo e gli eventi a Firenze (e non solo)

La mostra “La Botanica di Leonardo” è accompagnata, a Firenze e in altre città, da un programma di eventi e incontri in cui studiosi e filosofi, come Giulio Giorello e Massimo Recalcati, riflettono sull’opera di Leonardo da Vinci, intrecciando il pensiero sistemico da lui suggerito cinquecento anni fa e le conoscenze di oggi.

Previste inoltre Passeggiate Botaniche leonardiane, gratuite, in giro per Firenze con i botanici Aboca alla ricerca delle “piante di Leonardo” che vivono e resistono oggi tra cemento e asfalto, oltre a laboratori didattici per far scoprire ai bambini l’anima di grande sperimentatore dell’artista e scienziato.

Le visite guidate e i biglietti

Ogni giorno, fino al 15 dicembre, sono disponibili due volte al giorno visite guidate a cura di Muse, in italiano e in inglese, sia per i visitatori (lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, sabato alle ore 10.30 e ore 12.00; venerdì e domenica alle 14.30 e 16.00) sia per le scuole. La prenotazione è obbligatoria: tel. 055 2768558, 055 2768224.

Mostre a Firenze: settembre 2019, cosa vedere

Il costo delle visite guidate è di 5 euro (ridotto 2,5 per i residenti nella Città metropolitana di Firenze), mentre il biglietto di ingresso (10 euro intero, 7,50 ridotto per i ragazzi tra gli 11 e i 18 anni) comprende l’accesso al complesso museale di Santa Maria Novella e alla mostra “La Botanica di Leonardo”.

Gli orari della mostra

Questi gli orari de La botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra arte e natura

Settembre

  • Lunedì – giovedì: 9:00 – 19:00
  • Venerdì: 11:00 – 19:00
  • Sabato: 09:00 – 17:30
  • Domenica: 13:00 – 17:30

Da ottobre a dicembre

  • Da lunedì a giovedì: 9:00 – 17:30
  • Venerdì: 11:00 – 17:30
  • Sabato: 09:00 – 17:30
  • Domenica: 13:00 – 17:30
  • prefestivi religiosi: 9.00 – 17.30

Più informazioni sul sito ufficiale della mostra.