I testi che compongono questa raccolta sono canzoni scandite dal ritmo della rima, animate da un viaggio introspettivo ed indefinito in cui l’autore riesce a rischiarare sofferte peregrinazioni del proprio passato, segnato dalla tragedia dell’amico scomparso. Un lessico vivo, secco, prosastico, esprime un lavoro di spontanea ricerca che, con estrema energia, disunisce e accosta l’equilibrio interiore alla sofferenza. Così, muovendosi su un terreno intimo e loquacemente inquieto, riesce ad abbracciare espressioni che inoltrano al lettore un messaggio schietto e diretto.

Colpisce particolarmente la capacità di evocare il vissuto con toni gridati, mai dimessi, ma vincolati ad una consapevolezza dell’amore per la quotidianità dove mai è lecito dare le cose per scontate. Un diario le cui pagine rendono il mero spettatore protagonista di un celato inno ala speranza, riflessione sull’attesa di un desiderato futuro, dove credere nelle piccole cose ed imparare ad apprezzarle è l’unica via d’uscita per raggiungere il sentiero della rinascita! Le difficoltà vengono trascinate sulla riva da un’immensa onda di ricordi, con un unico obiettivo verso il quale veniamo accompagnati a riflettere, guardando sempre avanti!

Tutto possiede il suo lato parallelo e oscuro e lo sa bene Michele Romano, ci invita indirettamente ad intraprendere un viaggio su binari esclusivamente personali mentre, al contempo, travolto dall’eternità delle parole (eternità data dal tempo che si amplia dopo l’esperienza, il sentimento, la reminiscenza), dialoga profondamente con una insolita cognizione dei moti dell’anima.(recensione di Fabiana Papi)

Capirai – Michele Romano (Sovera Multimedia) Prezzo: € 7,50