giovedì, 13 Agosto 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Corridoio Vasariano, si lavora per...

Corridoio Vasariano, si lavora per l’apertura alle visite con biglietti speciali

Nel giro di due anni il percorso segreto più famoso di Firenze potrebbe tornare a spalancare le porte al pubblico: quando riapre e come sarà il "nuovo" corridoio tra gli Uffizi e Pitti

-

Finalmente si parte. Se tutto andrà liscio, dall’assegnazione dei lavori nel 2020 all’inizio dei cantieri nel 2021, l’apertura alle visite del Corridoio Vasariano di Firenze avverrà nel 2022: avrà degli orari di ingresso prestabiliti per il pubblico, basterà comprare dei biglietti speciali (con un prezzo prefissato) per visitarlo, al percorso – con “senso unico” dagli Uffizi a Palazzo Pitti – potranno accedere un massimo di 125 persone in contemporanea e cambierà anche la mappa delle opere lungo questo passaggio panoramico.

Il primo tassello per la riapertura è la pubblicazione del bando europeo per i lavori di messa in sicurezza. Per le offerte ci sarà tempo fino al 22 settembre 2020 e si conta di assegnare i cantieri già alla fine di questo anno per far partire gli interventi all’inizio del 2021. In tutto serviranno 10 milioni di euro.

Quando la riapertura al pubblico e alle visite del Corridoio Vasariano di Firenze?

Chiuso dal 2016 per l’assenza delle condizioni per farlo visitare al pubblico in tutta sicurezza, questo percorso dovrà essere ora sottoposto a un restyling: verrà dotato di bagni, di un moderno impianto di riscaldamento e climatizzazione, avrà luci led a basso consumo, telecamere di videosorveglianza lungo tutto il tragitto e 5 uscite di sicurezza, una delle quali ricavata in un pilone dopo Ponte Vecchio, in via dei Bardi.

Anche l’interno del Corridoio Vasariano sarà restaurato e, se il cronoprogramma sarà rispettato, l’apertura alle visite avverrà nell’estate 2022.

Musei di Firenze aperti (anche gratis) per la fase 3: i nuovi orari

Opere, percorso, interno, ingresso e uscita: come cambierà il Corridoio Vasariano nel 2022

Un chilometro circa. E’ questa la lunghezza totale del Corridoio Vasariano, un “passaggio segreto” che va da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti passando da Ponte Vecchio e con l’affaccio dentro la chiesa di Santa Felicita, ma alle visite sarà riaperto il tratto dagli Uffizi a Palazzo Pitti. L’accesso sarà dal pian terreno del complesso degli Uffizi, nella sala accanto all’auditorium Vasari (ala di ponente del museo), dove sarà realizzata la biglietteria e installato un metal detector. Poi turisti e fiorentini potranno iniziare a visitare il Corridoio Vasariano dall’ingresso vero e proprio al primo piano della galleria, per finire il loro tour nel Giardino di Boboli oppure continuare il percorso e accedere a Palazzo Pitti, vicino alla Galleria Palatina.

Cambierà anche l’allestimento all’interno del corridoio, più fedele al progetto ideato a metà del Cinquecento da Giorgio Vasari e con omaggi alla storia di Firenze: lungo il percorso non ci sarà più la collezione di autoritratti (che sarà spostata in una sala al primo piano della Galleria degli Uffizi), ma saranno esposte 30 opere della scultura antica, inscrizioni greche e romane e uno spazio dedicato agli affreschi che un tempo decoravano l’esterno del vasariano, ora in un deposito.

Corridoio Vasariano Firenze mappa lunghezza decsrizione
La”mappa” del Corridoio Vasariano di Firenze, in tutta la sua lunghezza

Un tour panoramico su Firenze: riaperte le 73 finestre

Ma la grande novità sarà l’apertura delle 73 finestre che si trovano lungo il percorso di visita del Corridoio Vasariano: molte erano state finora oscurate per proteggere i dipinti dalla luce del sole e con la ripartenza delle visite nel 2022 saranno spalancate per offrire un punto di vista unico sulla città. Una vera e propria passeggiata panoramica.

All’interno del percorso arriveranno anche due memoriali: uno per ricordare la strage dei Georgofili, nei pressi della via omonima, e l’altro appena passato Ponte Vecchio dedicato ai danni provocati dalle truppe naziste al centro storico di Firenze alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Orari, biglietti e prenotazioni: il Corridoio Vasariano apre alle visite ordinarie

Fino al 2016 era molto difficile visitare il Corridoio Vasariano, salvo rarissimi eventi con ingresso gratis: i tour erano di fatto delle piccole aperture straordinarie e per accedere era necessario un complesso procedimento burocratico con una lunga lista di attesa per le prenotazioni, spesso fatte da agenzie, guide turistiche e tour operator.

Con la riapertura prevista nel 2022, il Corridoio Vasariano entrerà a tutti gli effetti a far parte del percorso museale di visita ordinario delle Gallerie degli Uffizi: avrà un suo biglietto dedicato da comprare presso il ticket office ufficiale. In passato il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt ha anticipato l’idea di pacchetti con diversi prezzi: ad esempio per visite singole al corridioio (prezzo base) oppure biglietti integrati tra il Vasariano e gli altri musei (Uffizi, Pitti, Boboli).

Ultime notizie

Cosa fare per il Ferragosto 2020 in Toscana: 10 eventi

Una selezione di idee per non rinunciare al Ferragosto nemmeno nell'anno del Covid-19: dagli spettacoli ai concerti sotto le stelle fino alla gita per i più piccoli

Elezioni regionali 2020 in Toscana: la guida completa al voto

Chi sono i candidati, quando si vota, come funziona il sistema elettorale: quello che c'è da sapere sulle elezioni regionali 2020 in Toscana

Elezioni 2020: i candidati in Toscana alla carica di presidente della Regione

Chi correrà per la poltrona di governatore della Toscana: dal centrosinistra al centrodestra fino al Movimento 5 Stelle e agli "outsider", i nomi e la biografia

Coronavirus Toscana: mappa, dati e nuovi casi di oggi (12 agosto)

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione