domenica, 27 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Musei di Firenze aperti (anche...

Musei di Firenze aperti (anche gratis) per la fase 3: i nuovi orari

Tutti i luoghi d'arte fiorentini che riaprono al pubblico dopo il lockdown. Mascherina obbligatoria, orario "ristretto" ma anche qualche sorpresa per i visitatori

-

I monumenti del Duomo, big dell’arte come Uffizi e Galleria dell’Accademia, scrigni di verde come Boboli e il giardino Bardini: passo dopo passo, capolavoro dopo capolavoro, si allunga la lista dei musei di Firenze aperti al pubblico (alcuni anche gratis) passato lo stop imposto dal coronavirus. Tra sale, mostre e quadri cambiano però le regole e anche gli orari sono ridotti visto il basso afflusso di turisti durante la fase 2 e 3.

Mascherina obbligatoria quindi, come anche il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro. E poi termoscanner all’ingresso, gel idroalcolici per le mani e accessi contingentati. Ecco la lista dei principali luoghi d’arte fiorentini per cui è stata decisa la riapertura.

La riapertura degli Uffizi di Firenze

Uno dei musei più famosi di Firenze è tornato a spalancare i battenti da mercoledì 3 giugno 2020: lo ha deciso il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt. Ecco i nuovi orari della Galleria degli Uffizi, in  attesa della riapertura del Corridoio Vasariano: dal 7 luglio si può entrare tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 8:30 alle 18:30.

Firenze, aperti i musei di Palazzo Pitti: nuovi orari

Torna in servizio anche la reggia medicea. Dal 28 maggio sono aperti i musei di Palazzo Pitti, altro gioiello di Firenze, ma con nuovi orari. Via libera ai visitatori solo al mattino, dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 13.30 nella sezione del Tesoro dei Granduchi, nella Galleria Palatina, nella Galleria d’arte moderna e nel museo della Moda e del Costume. È possibile vedere anche la mostra “La grandezza del universo nell’arte di Giovanna Garzoni”, ospitata nell’Andito degli Angiolini.

Chiuso invece il Museo delle Porcellane dove non è possibile, per questioni di spazio, rispettare la distanza di sicurezza.

Galleria uffizi Firenze riapertura orari

Giardino di Boboli (gratis per i fiorentini)

È stato il primo dei musei fiorentini a tornare attivo dopo il lockdown e ha anche gli orari più lunghi: per visitare il giardino di Boboli, anche se all’aperto, è necessario però indossare la mascherina. È visitabile tutti i giorni, eccetto il primo e l’ultimo lunedì del mese, dalle ore 8.15 alle 18.15, dagli accessi di Palazzo Pitti e dalla porta di Annalena in via Romana (da qui l’entrata è gratis per i residenti nel Comune di Firenze).

Le piante acquatiche della botanica superiore sono visibili solo dalle 10.00 alle 13.00 dal lunedì la venerdì. Chiusa la grotta grande.

Duomo di Firenze, museo dell’Opera, campanile e Battistero

Museo dell'Opera del Duomo di Firenze, dal 2 settembre 2020 riapre tutti i giorni
Museo dell’Opera del Duomo –
foto Claudio Giovannini

Dal 2 settembre 2020 il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze riapre tutti i giorni: dopo aver visto aumentare esponenzialmente i suoi visitatori nel mese di luglio e agosto, l’Opera del Duomo ha deciso di riaprire le porte del museo ogni giorno e non solo nel weekend.

Il Duomo di Firenze e i suoi monumenti, come anche il museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore, sono visitabili se si riserva un posto online: dal 1° giugno non c’è più il tagliando unico ma 5 diversi biglietti per entrare nei diversi luoghi. In cattedrale si può entrare liberamente dal 3 agosto 2020, dalla porta destra della facciata e non è necessaria la prenotazione. Esiste poi un biglietto comulativo con obbligo di prenotazione per Battistero e Museo dell’opera del Duomo. Il Battistero (da solo) può essere visitato – sempre e solo prenotando online – dal martedì al venerdì. La Cupola, il Campanile di Giotto e le Terrazze della Cattedrale possono essere visitate tutti i giorni.

Al via anche le visite guidate speciali “Emozioni al Museo” che nascono  dalla riflessione sul periodo d’isolamento passato durante il lockdown. La visita – gratis per chi acquista il biglietto del Museo – propone un’osservazione delle opere del Museo dell’Opera del Duomo, ascoltando le emozioni che queste suscitano per poi esprimerle liberamente, in un reciproco scambio con le altre persone in visita, per far vivere un’esperienza diversa di incontro con l’arte, con noi stessi e con gli altri.

Per quanto riguarda i prezzi, entrare al Museo dell’Opera del Duomo costa 10 euro, per il Battistero servono 5 euro, per il campanile di Giotto 15, per la Cupola 20 euro, per le Terrazze della cattedrale 25 euro, ingresso gratis nella cattedrale di Santa Maria del Fiore. Approfondimenti nel nostro articolo sui monumenti del Duomo di Firenze.

Galleria dell’Accademia, biglietti meno cari per il David

Prenotazione consigliata per visitare la Galleria dell’Accademia di Firenze che con la riapertura abbassa il prezzo dei biglietti: quello intero scende da 12 a 8 euro. Disponibile una app che tramite il bluetooth avverte quando non si rispetta la distanza di sicurezza.

Questi i nuovi orari: dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Lunedì chiuso.

Firenze: Bargello, musei delle Cappelle Medicee, Orsanmichele e Palazzo Davanzati aperti

Ha riaperto il 4 agosto il Museo del Bargello, visitabile tutti i giorni, tranne il martedì dalle 8:45 alle 13:30 (chiuso anche domenica 30 agosto). Il museo, che ha osservato una chiusura molto lunga, è stato riaperto in sicurezza offrendo al pubblico nuovi percorsi.

Un’altra coppia di musei statali fiorentini è aperta dal 2 giugno: Cappelle Medicee e Palazzo Davanzati. Le prime da luglio si possono visitare mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 18:30, dalle 8.45 alle 13.30, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.30, sabato, domenica e lunedì dalle 8:45 alle 13:30. Palazzo Davanzati invece è accessibile tutti i giorni, eccetto il martedì, dalle 14.00 alle 18.30 (chiuso anche domenica 23 agosto).

Aperto anche il complesso di Orsanmichele, una “chiesa-granaio” tutto da scoprire: è visitabile il sabato con 3 turni alle 14.15, 15.20 e 16.30 per massimo 25 persone (prenotazione obbligatoria 055294883, 3 euro).

Palazzo Vecchio, Museo Novecento e Museo Bardini

Aperti anche i musei civici di Firenze: Palazzo Vecchio è visitabile venerdì, sabato, domenica e lunedì dalle 15 alle 20 (gli arazzi medicei della Sala dei Dugento solo venerdì, sabato e domenica). Inoltre lunedì 24, venerdì 28, sabato 29, domenica 30, lunedì 31 agosto, venerdì 4 e sabato 5 settembre il percorso museale non sarà visitabile.

Il Museo Bardini ha riaperto al pubblico con orario ridotto, venerdì, sabato, domenica e lunedì dalle 15 alle 20. Il Museo Novecento ha riaperto nei giorni di sabato, domenica e lunedì, dalle 15 alle 20.

La Cappella Brancacci ha riaperto il 7 agosto 2020 e rimane aperta il venerdì, sabato e lunedì dalle 10 alle 17, la domenica dalle 13 alle 17. Il sabato, la domenica e il lunedì è previsto esclusivamente il biglietto cumulativo Cappella Brancacci e Fondazione Salvatore Romano. (La Fondazione Salvatore Romano è aperta dall’8 agosto, sabato e lunedì con orario 10-17, e domenica dalle 13 alle 17).

I musei nuovo aperti a Firenze: Santa Maria Novella e Forte Belvedere (gratis)

Sempre sul fronte dei musei civici, il complesso di Santa Maria Novella è di nuovo visitabile dal 10 luglio, ogni venerdì e sabato con orario 10.00 -17.00, mentre domenica dalle 13.00 alle 17.00.

Il Forte Belvedere è aperto, a ingresso gratuito, dall’11 luglio all’11 ottobre, dal martedì alla domenica dalle 15.00 alle 20.00.

Giardino Bardini

Il giardino di Villa Bardini, uno dei musei a cielo aperto di Firenze, torna ad affascinare con la sua vista unica sulla città e l’ingresso è gratis per i residenti nella Città metropolitana e per quelli delle province di Arezzo e Grosseto. Fino al 31 agosto 2020 è visitabile tutti i giorni (ad eccezione del primo e l’ultimo lunedì del mese) con orario 8.45 – 21.00 (chiude mezz’ora prima se si entra da via dei Bardi), dal 1° settembre è aperto dalle 10 alle 18.

Dal 27 al 30 agosto, il giardino di Villa Bardini ospiterà la terza edizione del festival letterario “La città dei lettori”.

Ogni weekend ai bambini viene offerta una merenda, mentre per tutto giugno alla sera Villa Bardini viene illuminata con i colori della bandiera italiana.

La riapertura di Palazzo Medici Riccardi

Riapertura anche per la “casa” della più potente famiglia della città: spalanca di nuovo le porte Palazzo Medici Riccardi, uno dei gioielli da vedere nel centro storico di Firenze. Tra le novità, nel cortile del Michelozzo i visitatori vengono accolti da una mediatrice culturale dell’associaizone Muse che spiega in breve la storia di questa antica dimora, mentre al primo piano si può ammirare la Cappella dei magi e gli affreschi di Benozzo Gozzoli, accompagnati da un suggestivo racconto audio e da una regia di luci.

Palazzo Medici Riccardi è visitabile dal giovedì al lunedì – dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo ingresso ore 17.30), con prenotazione obbligatoria (info@palazzomediciriccardi.it) e ingresso da via Cavour. Aperta fino al 30 agosto anche la mostra “Tutankamon: viaggio verso l’eternità”, ospitata nella Galerria delle Carrozze.

Ha riaperto inoltre la mostra fotografica “Peterson – Lavine. Come as you are: Kurt Cobain and the Grunge Revolution”. Si può visitare fino al 18 ottobre, nei giorni di lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10:30 alle 18:30, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid.

Museo di San Marco (con biglietto scontato)

Tra i musei di Firenze aperti dopo il lockdown anche lo scrigno delle opere del Beato Angelico, il Museo di San Marco, nella piazza omonima di Firenze. Il museo è ripartito rispettando le direttive anti-coronavirus: obbligo di indossare la mascherina e ingressi contingentati (massimo 50 visitatori contemporaneamente e massimo 40 al primo piano). In più non sono ammesse visite guidate da parte di gruppi.

Le sale dell’Ospizio, del Refettorio grande e parte del chiostro di Sant’Antonino resteranno temporaneamente chiuse al pubblico a causa di alcuni restauri. Il Museo di San Marco è aperto dal lunedì al sabato, la seconda e la quarta domenica di ogni mese dalle ore 8.15 alle ore 13.50. Chiuso il lunedì successivo a ogni domenica aperta (la biglietteria chiude alle 13.20). Tutti i venerdì dal 21 agosto al 30 ottobre 2020 apertura straordinaria del Chiostro di San Domenico.

Il biglietto intero sarà ridotto temporaneamente a 6 euro per la chiusura di alcuni spazi museali in riallestimento. Invariato il biglietto ridotto a 2 euro per i cittadini dell’UE tra i 18 e i 25 anni.

I musei a cielo aperto di Firenze: i giardini delle ville medicee (gratis)

Un tris di ville medicee da scoprire a partire dai meravigliosi parchi: riaprono alle visite i giardini della Villa di Castello e della Petraia (a Firenze) e quello della villa di Cerreto Guidi. Di nuovo aperto anche il Parco mediceo di Pratolino (Villa Demidoff) sulle colline di Firenze: l’ingresso è gratuito e fino al 25 ottobre 2020, è accessibile venerdìsabato e domenica, con orario 10-20. Mascherina obbligatoria. Sono  previste anche visite guidate gratis ma con prenotazione obbligatoria (055.0317740)

Le mostre a Firenze: Tomás Saraceno a Palazzo Strozzi

Dal primo giugno è tornata visitabile la mostra “Tomás Saraceno. Aria”, che Palazzo strozzi ha prorogato fino al 1° novembre 2020. È aperta dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 20.00, il giovedì anche in notturna dalle 14.00 alle 23.00, il sabato e la domenica dalle 10 alle 20.00. La prenotazione online non è obbligatoria ma fortemente raccomandata e sono stati eliminati i costi di prevendita. È possibile scaricare sul proprio smartphone, gratuitamente, l’audioguida della mostra e un kit digitale per le famiglie. Previste anche attività a distanza.

I nuovi orari del Museo degli Innocenti di Firenze

Tra i musei di nuovo aperti anche quello ospitato nell’Istituto degli Innocenti (piazza Santissima Annunziata) visitabile dal 13 giugno con nuovi orari, ridotti: dal giovedì al lunedì dalle 16.00 alle 20.00. Al suo interno conserva una preziosa collezione di opere, dal Ghirlandaio a Botticelli, e un percorso per che racconta la storia di questa istituzione impegnata da secoli nella tutela dell’infanzia.

Cambia anche il luogo di ingresso, dal lato del bookshop del museo, con accessi scaglionati, mascherina obbligatoria e distanziamento.

Il Museo Marino Marini di Firenze aperto anche di sera (gratis)

Torna ad aprire i battenti l’unico museo di arte contemporanea di Firenze, il Museo Marino Marini (piazza san Pancrazio) ma per consentire lavori di messa a norma degli spazi museali, nel mese di agosto 2020 il Museo, la Cappella Rucellai e l’esibizione “Di Squali e di Balene” sono aperti esclusivamente la domenica dalle 10 alle 19.

Si tratta di uno dei Museo di Firenze in cui l’entrata è gratis per tutti: la visita alla collezione permanente è ad accesso libero, mentre sono a pagamento le mostre temporanee come quella “Di squali e di balene”, la Cappella Rucellai e le attività (biglietti anche online).

Gli altri musei di Firenze aperti

Ha riaperto il Museo Galileo di Firenze, dedicato agli strumenti scientifici di epoca medicea e lorenese: porte spalancate tutti i giorni con il consueto orario 9.30-18.00 mentre il martedì 9:30-13:00. Ingressi contingentati, è consigliata la prenotazione (telefono 055 265311). Aperta anche la Basilica di San Lorenzo, la sagrestia vecchia e i pulpiti, dal lunedì al giovedì dalle 10.30 alle 14.30, mentre il venerdì e sabato (10.00 – 17.30) e la domenica (13.30 – 17.30) si aggiungono alla visita il chiostro dei canonici e i sotterranei.

Ha riaperto anche la Basilica di Santa Croce (fino al 31 agosto: lunedì e sabato ore 11.00-17.00; Giovedì ore 19.00-22.00; Domenica e festività religiose ore 13.00-17.00; Dal 1° settembre lunedì, giovedì, venerdì e sabato ore 11.00-17.00; Domenica e festività religiose ore 13.00-17.00) e il Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze (sabato e domenica 9.00-17.00).  Infine il Museo Ferragamo ha prorogato la mostra Sustainable Thinking (dal lunedì al sabato 11.30 – 19.00, ingresso gratuito fino al 1° giugno).

I musei di Firenze gratis per i residenti

Ecco i musei fiorentini in cui l’ingresso è gratuito per alcune categorie di visitatori e in periodi specifici dopo la riapertura per la fase 3:

  • Giardino di Boboli (residenti nel Comune di Firenze, ingresso dalla porta di Annalena in via Romana)
  • Giardino di Villa Bardini (residenti nella Città metropolitana di Firenze e nelle province di Arezzo e Grosseto)
  • Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Santa Maria Novella e Museo Bardini gratis se in possesso della Card del fiorentino (ma con prenotazione online obbligatoria)
  • Forte Belvedere, gratis per tutti dall’11 luglio all’11 ottobre 2020
  • Cenacolo di Sant’Apollonia, gratis per tutti
  • Complesso monumentale di Santa Croce (compreso di chiostro e cenacolo), gratis per i residenti nel comune di Firenze.
  • Basilica di San Lorenzo, ingresso gratuito per i residenti nel Comune di Firenze
  • Museo Marino Marini, accesso gratis per tutti alla collezione permanente nell’ex chiesa di San Pancrazio (Cappella Rucellai e mostre temporanee a pagamento)
  • Ville medicee, visite gratuite su prenotazione: giardino della Villa medicea di Castello, giardino della villa della Petraia e di Cerreto Guidi.
  • Villa Medicea di Pratolino, accesso gratuito per tutti e visite guidate a costo zero (prenotazione obbligatoria)

Ultime notizie

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili

Inter Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Inter Fiorentina in tv: una partita da non perdere quella in programma alle ore 20.45 a San Siro: ma dove vederla in Tv su Sky o Dazn?