venerdì, 17 Gennaio 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Cosa visitare di diverso a...

Cosa visitare di diverso a Firenze? Torri e fortezze

Con l’estate hanno riaperto al pubblico torri, porte e fortezze cittadine. In programma fino a settembre visite guidate: da Torre San Niccolò, alla terrazza panoramica del Forte Belvedere, ecco cosa vedere

-

Un panorama “alternativo”  dalla sommità di Torre San Niccolò, i sotterranei della Fortezza da Basso e la stanza del tesoro del Forte Belvedere aperta al pubblico per la prima volta. Cosa visitare a Firenze durante l’estate? Un’alternativa ai tradizionali tour è rappresentate dal complesso di torri, porte e fortezze fiorentine che con la bella stagione spalancano i battenti per tour guidati a cura dell’associazione Muse.

Il Comune negli ultimi anni ha infatti deciso di valorizzare l’antico sistema difensivo. Con un costo piuttosto contenuto è possibile scoprire la storia della città da un punto di vista insolito e vedere qualcosa di diverso.

Cosa visitare a Firenze: Torre San Niccolò

È la regina delle torri fiorentine, che dall’Oltrarno offre un panorama unico sulla città. Torre San Niccolò ha riaperto per le visite lo scorso 24 giugno e resterà accessibile fino al 30 settembre 2019, tutti i giorni dalle 17 alle 19.30, con l’eccezione del mese di settembre quando l’orario cambia: dalle 16 alle 18.30.

Costruita nel Milletrecento è l’unica torre di Firenze rimasta ancora oggi all’altezza originaria (35 metri). L’ingresso ogni 30 minuti comprende la visita guidata che dai piedi della torre consente di raggiungere la cima tra storia e curiosità. E quest’anno la salita permette di osservare dall’alto anche le Rampe del Poggi, il sistema di grotte, vasche e fontane costruite ai piedi di piazzale Michelangelo per Firenze Capitale, che sono state restaurate di recente.

Le visite alla Torre della Zecca

Per 3 sabati da luglio a settembre torna visitabile anche la Torre della Zecca la “gemella” di Torre San Niccolò che si trova sull’altra sponda dell’Arno, più a monte. 25 metri di altezza e una storia lunga oltre 6 secoli, la torre è ciò che rimane del complesso della zecca. Qui grazie alla forza dell’acqua venivano coniate le antiche monete fiorentine, i fiorini.

Una curiosità: tra la Torre della Zecca e Torre San Niccolò esiste un passaggio sotterraneo (al momento chiuso al pubblico per motivi di sicurezza) usato in passato dai soldati per spostarsi da una riva all’altra del fiume. Le visite alla Torre della Zecca si svolgono su prenotazione sabato 13 luglio, sabato 3 agosto e sabato 14 settembre, dalle 9.30 alle 12.30 ogni mezz’ora.

Da vedere a Firenze: il Forte Belvedere

Il Forte Belvedere è senza dubbio la terrazza panoramica più suggestiva di Firenze, tra le cose da visitare al suo interno anche la stanza del tesoro, che per la prima volta apre al pubblico. Si tratta di un antro realizzato vicino a un profondo pozzo per custodire i beni più preziosi dei Medici. È questa la novità delle visite guidate 2019 che si svolgono tutti i sabati (ore 16.30 e 18.00) e tutte le domeniche (ore 11.00 e 12.30) fino al 20 ottobre.

Il Forte Belvedere ospita anche le mostre di Massimo Listri e Davide Rivalta, ed è aperto dal martedì alle domenica fino al 20 ottobre con orario 11.00 – 20.00. L’ingresso costa 3 euro (ridotto 2 euro tra i 28 e i 25 anni), mentre i residenti nella Città metropolitana di Firenze pagano 2 euro la prima volta ed entrano gratis le successive. Per le visite guidate invece vanno aggiunti 3 euro (1,50 per i residenti nella Città metropolitana).

Il Baluardo di San Giorgio

Di recente sono iniziate anche le visite al Baluardo di San Giorgio, lungo la strada che conduce al Forte Belvedere partendo da Porta San Giorgio. L’origine della struttura risale al “piano” di Michelangelo Buonarroti per adattare le fortificazioni fiorentine all’avvento della polvere da sparo, ma l’aspetto odierno risale all’epoca di Cosimo I. E’ un grande spazio che oggi ospita il campo da tiro degli arcieri e balestrieri di San Giorgio.

Il Baluardo di San Giorgio è aperto alle visite (sempre su prenotazione) in 3 date: sabato 27 luglio, sabato 24 agosto e sabato 28 settembre dalle 9.30 alle 11.30 con tour ogni ora.

Fortezza da Basso

A questa rassegna di fortificazioni fiorentine da visitare di recente si è aggiunta anche la Fortezza da Basso di Firenze (il cui nome originario è Fortezza di San Giovanni): all’interno del polo fieristico più importante della città è stato aperto un percorso storico che permette di salire sui bastioni principali e di scendere nei sotterranei. In questo articolo date e dettagli sulle visite guidate alla Fortezza da Basso di Firenze.

Le visite guidate su Porta Romana

Porta Romana, l’antico accesso a sud della città in direzione di Siena, da qualche anno è tornata visitabile. E’ possibile percorrere un breve tratto del camminamento sulle mura ed entrare nella sommità della Porta da cui godere di un’insolita prospettiva panoramica su Firenze. Le visite si svolgono sabato 20 luglio, sabato 10 agosto e sabato 21 settembre alle ore 9.30, 10, 10.30, 11.00, 11.30, 12.00, 12.30.

Torri porte Firenze da vedere Porta romana visite guidate
La vista da Porta Romana

Costi e prenotazioni

Per visitare torri e porte di Firenze è necessario prenotare contattando l’associazione Muse ai numeri 055.2768224, 055.2768558 o via mail all’indirizzo info@muse.comune.fi.it. Il costo è di 6 euro a persona (costi diversi per il Forte Belvedere).

- Pubblicità -

Ultimi articoli

Riccardo Muti a Firenze, concerto al Teatro del Maggio

Uno dei più grandi direttori della scena mondiale arriva in città con la prestigiosa Chicago Symphony Orchestra, in una delle 3 date italiane del tour europeo

Weekend, gli eventi a Firenze per bambini (18-19 gennaio)

Un fine settimana, tanti laboratori creativi per i più piccoli. Le migliori attività per famiglia in programma tra sabato e domenica a Firenze e dintorni

Che mercato d’antiquariato c’è oggi a Firenze?

Tutte le date dei principali mercatini periodici dedicati a mobili antichi, vecchie pubblicazioni, ceramiche e oggetti d'epoca, a Firenze e nei dintorni

Venerdì 17, fra storie e superstizioni

Venerdì 17: "Non sono superstizioso però...". Molto spesso sentiamo ripetere questa frase e oggi, sicuramente, molti alzandosi dal letto e guardando la data sul proprio calendario lo avranno pensato
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi