Il pubblico, infatti, sta dimostrando un interesse crescente per le Notti del Genio e per i Percorsi Improbabili inseriti nel calendario del Genio Fiorentino, tanto che neanche gli organizzatori si aspettavano un gradimento così elevato. Dunque, giovedì 22 e sabato 24 maggio sarà possibile partecipare alle visite guidate al Corridoio Vasariano. I posti saranno riservati ai primi cittadini che si iscriveranno telefonando al centralino dell’Apt, numero 055.23320 dopo le ore 9 di mercoledì 21.

Un successo pieno e inatteso anche per le gite notturne sull’Arno con i barchetti dei renaioli e per le “Letture a Palazzo”: in centinaia ogni sera affollano il cortile di Michelozzo di Palazzo Medici per ascoltare gli scritti dei geni del passato in occasione dell’evento “Palazzo Aperto”. Martedì 20 maggio sarà la volta delle letture di Vasco Pratolini. La voce di Rossella de Luca leggerà estratti dall’opera “Metello”, con l’accompagnamento alla chitarra della musicista Maria Bandini.

Mercoledì 21 maggio, dalle ore 20 alle 23, sarà possibile visitarela basilica di Santa Croce, la chiesa dei primi francescani, nota al grande pubblico come “Il Pantheon degli italiani”. Un microcosmo dove tradizione religiosa e storia dell’arte si fondono andando a formare un complesso unico al mondo. Qui Giotto dipinse nei primi anni del ‘300, qui c’è il Crocifisso di Cimabue, qui si possono ammirare le opere di artisti come Donatello, Desiderio da Settignano, Benedetto da Maiano, Bernardo e Antonio Rossellino, Antonio Canova, Taddeo e Agnolo Gaddi, Giorgio Vasari e tanti altri ancora.