giovedì, 5 Agosto 2021
HomeSezioniArte & CulturaIl nuovo museo dell'Opera del...

Il nuovo museo dell’Opera del Duomo di Firenze

Prime immagini dal nuovo allestimento del museo dell’Opera di Firenze: arrivate le 16 statue che decoravano il Campanile di Giotto e due Evangelisti della facciata del Duomo

-

Un look tutto nuovo. Ora è tempo degli ultimi ritocchi: tra due mesi, il 29 ottobre 2015, riapre il museo dell’Opera del Duomo di Firenze con un nuovo allestimento che presenterà i capolavori della collezione di arte sacra più vasta al mondo dopo i musei Vaticani: da Donatello a Michelangelo; da Lorenzo Ghiberti a Luca della Robbia; da Arnolfo di Cambio ad Andrea del Verrocchio e molti altri ancora.

In questi giorni sono “arrivate a casa” le 16 statue monumentali che decoravano il Campanile di Giotto e i due Evangelisti di Donatello e Nanni di Banco scolpiti per la facciata del Duomo di Firenze tra il 1408 ed il 1415: le opere, liberate dagli imballaggi, sono state collocate nella sala che le ospiterà d’ora in avanti.

La nuova faccia del museo dell’Opa Firenze

Il museo prende così forma, dopo il cantiere che ha interessato i locali dietro il Duomo di Firenze dal 19 maggio 2014. Il nuovo museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore, raddoppiato negli spazi, conserverà oltre 750 opere per 720 anni di storia, distribuite su 6mila metri quadrati di superficie, in 25 sale su 3 piani.

Ultime notizie