La sensazione di fruire anche arte pittorica è costante e la formazione artistica della poetessa giustifica tale impressione: i versi tendono a collocarsi su una tela immaginaria, spesso si ha davanti agli occhi quella “tavolozza armoniosa” straripante di colori in grado di annullare il grigiore della razionalità.

Lucia Trinca sfocia nel tempo di un ricercato excursus al di là di se stessa, largendo nuovi significati alla parola e avvolgendoci teneramente nel gioco delle immedesimazioni.

mi hanno tolto il mio sole/ la frusciante natura / l’ingannevole ramo / la silenziosa radura / non ho appigli dove arrampicare / non ho pietre complici / dove poter strisciare ….”

Così, dominata dalla forza generatrice della natura che parla attraverso il suo divenire altro, ogni pagina palpita senza tregua e vive in un dipinto di segni che incorniciano i sensi! (Recensione di Fabiana Papi )

Mettiamoci in rima – Lucia Trinca   Ed. Sovera Multimedia  Euro 7,50