venerdì, 31 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaLe "stelle" dell'arte nella nuova...

Le “stelle” dell’arte nella nuova mostra a Palazzo Strozzi

Dal 4 marzo al 18 giugno, la mostra a Palazzo Strozzi espone le stelle più note della scena artistica globale e un focus su Cattelan

-

- Pubblicità -

Un razzo che guarda verso l’alto, pronto al decollo. Si apre così a Firenze Reaching for the stars – Da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boake, la nuova attesissima mostra di Palazzo Strozzi alla scoperta di un’ampia costellazione di artisti contemporanei, dal 4 marzo al 18 giugno 2023. Il progetto espositivo celebra i trent’anni della Collezione Sandretto Re Rebaudengo una delle più prestigiose raccolte del XX e XXI secolo che, dopo aver girato i principali musei di tutto il mondo, arriva anche nel capoluogo toscano.

Reaching for the stars: i temi e i protagonisti della nuova mostra di Palazzo Strozzi

Le traiettorie da seguire per conoscere quest’ampia costellazione di artisti nazionali e internazionali attraversano diverse sezioni tematiche che propongono una riflessione sul corpo, sul rapporto tra figurazione e astrazione, su identità, mitologia e cultura. Oltre 70 opere delle più luminose stelle della scena artistica globale contemporanea, come Cindy Sherman, Damien Hirst, Lara Favaretto, William Kentridge, Berlinde De Bruyckere, Sarah Lucas, Lynette Yiadom-Boakye e una selezione di lavori realizzati da Maurizio Cattelan, a cui è dedicato un ruolo di primo piano all’interno dell’esposizione. Anche i linguaggi artistici sono vari, all’insegna della libera sperimentazione: dall’installazione Have you ever seen me before? di Paola Pivi che ritrae un grande peluche accasciato a terra, alla scultura Nice Tits di Sarah Luca che ricrea un corpo di collant, rete metallica e cemento fino alla video installazione The End – Rocky Mountains di Ragnar Kjartansson con un pianoforte a coda suonato all’interno di un paesaggio innevato e le celebri farfalle di Damien Hirst in Love is Great.

- Pubblicità -
palazzo strozzi mostra firenze
© Ela Bialkowska OKNO studio

Il razzo “GONOGO” nel cortile di Palazzo Strozzi

“GONOGO” è l’installazione di apertura di Reaching for the stars: il razzo realizzato da Goshka Macuga per il cortile di Palazzo Strozzi propone un viaggio dal duplice significato: i visitatori sono chiamati a guardare verso l’alto per fuggire a una futura emergenza globale o per esplorare nuovi mondi possibili, vivibili, lontani. Proprio per questo motivo, il titolo richiama la domanda “GO or NO GO?”, decollare o rimanere a terra? Un tema che verrà approfondito giovedì 25 maggio (ore 17:00, Palazzo Strozzi) all’interno di un evento speciale con l’artista Goshka Macuga e la curatrice dell’installazione Ariane Koek.

mostra palazzo strozzi firenze
© Ela Bialkowska OKNO studio

Eventi “itineranti” nei quartieri di Firenze per la nuova mostra di Palazzo Strozzi

L’esposizione, che segue quella di Olafur Eliasson, è visitabile tutti giorni dalle 10.00- alle 20.00 e il giovedì fino alle 23.00. In programma anche numerose visite guidate per adulti e famiglie. La mostra – curata da Arturo Galansino – è stata realizzata grazie alla stretta collaborazione tra due istituti privati, quali la Fondazione Palazzo Strozzi e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, ed enti pubblici, come Comune di Firenze e Regione Toscana: un nuovo tipo di mecenatismo che non si limita al collezionismo di opere e che propone un’offerta culturale contemporanea accessibile al grande pubblico. Reaching for the stars propone anche un public program denso di eventi, soprattutto nelle biblioteche comunali dei diversi quartieri di Firenze e non solo. Tutti gli appuntamenti sono consultabili e prenotatili sul sito di Palazzo Strozzi.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -