Gli alberi saranno impiantati nei 13 ettari di verde che si estendono da Ponte da Verrazzano al Viadotto di Varlungo. La Direzione ambiente ha cominciato in questi giorni il reimpianto delle piante, che andrà avanti per tutto il mese di marzo.

Sono diverse le tipologie di alberi che si ergeranno nel parco, con una prevalenza di pioppi. Oltre a loro, spazio a peri, querce, salici, olmi, frassini, ontani, aceri. Il tutto per una spesa complessiva di 70.829 euro, in cui sono compresi anche gli abbattimenti delle piante malate eseguiti mesi fa. Ad abbellire il parco saranno soprattutto pioppi bianchi, che verranno utilizzati per ricreare i filari lungo il camminamento parallelo al corso del fiume.

I salici verranno utilizzati per ricostituire il piano dominato dal bosco e il frassino per ricreare in qualche punto il piano intermedio. L’assessore all’ambiente Claudio Del Lungo ha spiegato che al contrario dei viali – dove è bene seguire un criterio di omogeneità – in un parco è un fatto positivo la presenza di specie differenti. E al parco dell’Albereta è andata proprio così.