Per festeggiare i cinquant’anni di attività dell’Istituto, col patrocinio dell’assessorato alle relazioni internazionali del Comune di Firenze. “Olandiamo?” si compone degli omaggi, che i più importanti operatori culturali fiorentini rivolgono alla cultura olandese.

Fino a ottobre i luoghi più prestigiosi dell’arte italiana come il Gabinetto disegni e stampe della Galleria degli Uffizi, la Galleria Palatina di Palazzo Pitti, il Centro di Cultura contemporanea Strozzina, e i Festival Sonar International, Short Film, Fondazione Fabbrica Europa, Intercity, diventano: rassegne, workshop, rappresentazioni teatrali, concerti e mostre, per raccontare la vivace creatività e gli intensi scambi culturali di ieri e di oggi.

L’Istituto Universitario Olandese di Storia dell’Arte (NIKI) di Firenze, che fa capo all’Università di Utrecht, occupa un posto di primaria importanza nel prestigioso panorama delle Istituzioni scientifico-culturali attive a Firenze.

Sin dalla sua fondazione nel 1958, il NIKI ha svolto un ruolo determinante nel campo degli studi storico-artistici e nella diffusione dell’arte e degli artisti neerlandesi a Firenze e in Italia e nello sviluppo di reciproci scambi, che da secoli intercorrono tra due delle maggiori scuole artistiche europee. Il Festival (realizzato col sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Banca Antonveneta, Jolly Carlton Hotel Firenze) si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e di Sua Maestà la Regina Beatrice, e col contributo del ministero degli esteri dei Paesi Bassi, Nederlands Fonds voor de Podiumkunsten (Fondo olandese per le arti teatrali), Firenze Musei.

Partner: Università di Utrecht, Utrechts Universiteitsfonds, Stichting I Cinquecento, Theaterinstituut Nederland (Istituto Teatrale Olandese), Comune di Firenze, Soprintendenza Polo Museale Fiorentino, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, Galleria Palatina, Festival Sonar International Short Film Festival, Festival Fabbrica Europa, Intercity Festival, Il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina e le gallerie ST Open Gallery, Daniele Ugolini Contemporary, Galleria Alessandro Bagnaia