La composizione è stata curata dal servizio addobbi della Direzione ambiente. L’insieme è composto da fiori e piante in vaso e si richiama alla tradizione del ‘giardino all’italiana’ e alle memorabili infiorate che in diverse occasioni venivano realizzate a Firenze fino agli anni sessanta.

Al centro campeggia un grande giglio rosso di Firenze, composto da più di ottocento piantine fiorite di calancole. La quinta è realizzata con un centinaio di piante di varie dimensioni, tra cui spiccano le azalee fiorite rosa e bianche, gli allori e i viburni. Il tutto è stato realizzato direttamente dai giardinieri della Direzione ambiente, dipendenti del Comune di Firenze, che mantengono alta una tradizione tipicamente fiorentina ed hanno per ciò ottenuto diversi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Un modo di salutare la primavera e la Pasqua, richiamandosi con i fiori al nome e al simbolo del capoluogo toscano, e per fare gli auguri ai fiorentini e ai turisti che hanno scelto la”città del giglio” come meta delle loro vacanze.