domenica, 21 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & Cultura"Roberto Innocenti. Illustrare il tempo"...

“Roberto Innocenti. Illustrare il tempo” a Palazzo Medici Riccardi

Alcune curiosità e informazioni utili sulla mostra "Roberto Innocenti. Illustrare il tempo", attualmente in corso a Palazzo Medici Riccardi a Firenze e visitabile fino al 26 maggio 2024

-

- Pubblicità -

Orchi, principesse, burattini e sirene sono solo alcuni dei protagonisti delle favole illustrate da Roberto Innocenti ed esposte a Firenze, nelle sale Fabiani di Palazzo Medici Riccardi, in una mostra interamente dedicata alla sua attività e visitabile fino al 26 maggio 2024. Promossa da Città Metropolitana di Firenze, a cura di Paola Vassalli e Valentina Zucchi e organizzata da MUS.E, “Roberto Innocenti. Illustrare il tempo” presenta così oltre 80 disegni ad acquerello, a tempera e a china che vogliono far riflettere l’osservatore sui grandi temi attraversati tanto dalla fiaba quanto dalla storia.

“Roberto Innocenti. Illustrare il tempo”, il percorso in mostra a Palazzo Medici Riccardi

“Nelle parole mi ci perdo. Nelle figure, invece, mi ci trovo”: è con queste parole di Roberto Innocenti, il più grande illustratore italiano contemporaneo, che si potrebbe provare a rilassare occhi e mente per immaginare un viaggio di ritorno all’infanzia. La favola infatti non è solo un linguaggio che diventa immagine, ma è “la prima galleria di cui un bambino si nutre” e il primo luogo d’incontro con la mamma o il papà. La mano dell’artista, dal tratto inconfondibile, ha interpretato su tavola capolavori immortali della letteratura come Le avventure di PinocchioCanto di Natale oppure ancora lo Schiaccianoci, solo per citarne alcuni.

- Pubblicità -

Quello di Innocenti è un universo ricco di suggestioni e stimoli, tanto che l’invito al lettore è sia quello di guardare lasciando libera la mente sia quello di osservare con occhi attenti a passato, presente e futuro. Il rimando alla storia nella storia e all’attualità sono infatti temi centrali per l’artista e danno luogo a scenari di grande fascino anche nel male, laddove si scatena silenziosa la crudeltà di fronte a vittime innocenti. Egli cura ogni dettaglio minuziosamente, tanto che si potrebbero ravvisare nelle sue opere alcune somiglianze con la pittura olandese, e in particolare con Pieter Bruegel Il Vecchio (Breda, 1525/1530 ca. – Bruxelles, 1569). L’attenzione ai personaggi, alle architetture e al paesaggio sono testimonianze della preziosità che Roberto Innocenti conferisce a ciò che è letto e ascoltato, tanto che le immagini sembrano così potenti da non avere più bisogno del testo.

Roberto Innocenti, alcune curiosità sulla sua vita

Roberto Innocenti nasce a Bagno a Ripoli nel 1940 ed è il solo illustratore italiano insignito dell’Hans Christian Andersen Award (2008), il Nobel della letteratura per ragazzi, secondo nella storia dopo Gianni Rodari (1970). Profondamente segnato dalla Seconda guerra mondiale, trova le prime espressioni nei settori della grafica e dell’animazione, per poi conoscere un crescente successo nell’illustrazione. L’artista ottiene i suoi primi riconoscimenti all’estero e, solo in un secondo momento, in Italia: a pubblicarlo per primo nel nostro Paese è un piccolo editore, Alfredo Stoppa, per la casa editrice C’era una volta di Pordenone. Oggi i suoi libri sono nel catalogo de La Margherita edizioni.

- Pubblicità -

Dopo alcuni libri d’esordio, le prime celebri creazioni di Roberto Innocenti si hanno all’inizio degli anni Ottanta e negli anni successivi l’autore sviluppa una serie di libri che lo porteranno alla notorietà in tutto il mondo: mentre Rosa Bianca viene tradotto in oltre venti lingue, tra la fine del XX e l’inizio del XXI secolo, prendono vita con The Creative Company capolavori come L’ultima spiaggiaLa storia di Erika e la Casa nel tempo. Oggi il talento di Roberto Innocenti è riconosciuto in tutto il mondo, soprattutto in quello dell’editoria per l’infanzia, ma la strada è stata complessa: il rifiuto e il silenzio sono stati infatti suoi frequenti compagni.

Giorni e orari di apertura, catalogo e biglietti

La mostra Roberto Innocenti. Illustrare il tempo, allestita nelle sale di Palazzo Medici Riccardi, si potrà visitare dal lunedì alla domenica (eccetto il mercoledì) dalle ore 09:00 alle 19:00. La biglietteria e il bookshop chiudono un’ora prima. A breve uscirà anche il catalogo della mostra, edito da Sillabe. Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il sito ufficiale del museo oppure di chiamare il numero +39 055-276 0552 oppure di scrivere a [email protected].

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -