domenica, 12 Luglio 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Uno sponsor per i giardini

Uno sponsor per i giardini

nuovo regolamento per la sponsorizzazione da parte di soggetti pubblici o privati di giardini e aree verdi

-

I soggetti pubblici o privati interessati potranno prendersi cura delle aree verdi sia attraverso un impegno economico diretto, sia con la fornitura di beni e servizi.. Il nuovo regolamento per la sponsorizzazione delle aree verdi pubbliche (che sostituisce quello del 1997) ha avuto il via libera in Consiglio comunale, e prevede un vero e proprio contratto di sponsorizzazione con il quale il Comune si impegna a veicolare il nome o il marchio dello sponsor che, in cambio, effettuerà a proprie spese la manutenzione del giardino prescelto.

Lo sponsor può offrire anche una donazione in denaro o fornire servizi o attrezzature (giochi, panchine e arredo urbano). Prima di stipulare il contratto è necessario partecipare al bando e avere i requisiti richiesti. Il bando (che sarà pubblicato entro maggio in rete civica) conterrà l’elenco delle aree oggetto di sponsorizzazione e il programma manutentivo minimo richiesto.

AREE VERDI IN CITTA’ – A Firenze il complesso delle aree verdi si estende su oltre 5,2milioni di metri quadri e rappresenta circa il 5% della superficie urbana. Ci sono circa 300 giardini e 30 parchi pubblici. Il regolamento approvato è frutto di uno studio svolto dai tecnici dei quartieri e della direzione decentramento insieme a quelli della direzione ambiente. Con il nuovo regolamento lo sponsor si potrà avvalere della facoltà di diffondere la sua collaborazione tramite i mezzi di comunicazione indicati nella proposta di sponsorizzazione, come impianti per la segnalazione dello sponsor nell’area verde, diffusione in rete civica degli interventi realizzati e altre possibilità.

Il Comune concederà l’utilizzo di alcuni spazi per l’affissione di impianti per la segnalazione della sponsorizzazione secondo le tipologie specificate negli allegati del bando. Gli obblighi dello sponsor sono quelli di rendere al Comune il corrispettivo per il ritorno di immagine del proprio nome e marchio, realizzando a propria cura e spese gli interventi oggetto del contratto di sponsorizzazione servendosi, a questo scopo, di ditte qualificate.

Notizia precedenteCalcio storico, si riparte
Notizia successivaCinese sgozzato, un arresto

Ultime notizie

Cinque casi e un decesso: il bollettino sul coronavirus in Toscana dell’11 luglio

Cinque nuovi casi, un solo decesso: i dati e le notizie di oggi, 11 luglio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Dove vedere Inter Torino in tv: Sky o Dazn?

Grande attesa per Inter Torino il 13 luglio alle ore 21.45 che si giocherà a porte chiuse per la trentaduesima giornata del campionato: ma dove vederla in tv, su Sky o Dazn?

Guida 2020 ai locali estivi di Firenze, per drink e musica all’aperto

Sono meno, ma sono aperti: ecco i bar e gli spazi open air per trascorrere l'estate 2020 tra musica, buon cibo e divertimento (in sicurezza). Dal lungarno fino al centro passando dalla periferia

Stato di emergenza, arriva la proroga: cosa comporta

Ci sarà la (scontata) proroga dello stato di emergenza: quando finisce e cosa comporta? Ecco cosa prevede la legge