lunedì, 25 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica 25 aprile, festa in piazza...

25 aprile, festa in piazza (virtuale) e flash mob con “Bella Ciao” dal balcone

La festa della Liberazione compie 75 anni: gli appelli per continuare a ricordare questo giorno e le iniziative organizzate per il 25 aprile

-

Una festa della Liberazione diversa, “assediati” dal coronavirus e chiusi in casa per il lockdown. Da più parti però arriva l’appello a non dimenticare il significato del 25 aprile e celebrare in una piazza virtuale questa giornata che ricorda la fine dell’occupazione nazi-fascista. Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, sociologo e scrittore, ha invitato tutti gli italiani a festeggiare online questo momento e il suo appello è stato firmato da migliaia tra intellettuali, giornalisti, politici, sindacalisti, personaggi del mondo dello spettacolo. Intanto l’ANPI, l’associazione nazionale partigiani, ha proposto sempre per il 25 aprile un flash mob, dando appuntamento sul balcone di casa, per intonare insieme “Bella Ciao”.

Piazza Italia, come partecipare al 25 aprile (online)

Tra le realtà che hanno aderito all’iniziativa di Carlo Pertini anche lo Spi Cgil della Toscana: il sindacato dei pensionati invita tutti i cittadini a firmare l’appello e a unirsi il 25 aprile in una piazza virtuale per festeggiare i partigiani e i 75 anni della Liberazione.  Basta scrivere un messaggio su un cartello, farsi un selfie e inviarlo su Whatsapp al numero 348 52 85 436 per poi ritrovarsi sul sito ipartigiani.it.

Intanto c’è una nuova sfida da affrontare, proprio in questi giorni. “Abbiamo la nostra battaglia in corso – scrive lo Spi -. Sconfiggere il coronavirus significa riconquistare i valori della libertà individuale, significa rispettare le condizioni di vita di ognuno, sentirsi perché lo siamo al fianco di chi in prima linea espone la sua vita al pericolo. Siamo convinti che il loro valore sia indispensabile per il futuro di ognuno”.

25 aprile, la piazza virtuale dello Spi Cgil Toscana

Il Flash mob del 25 aprile, sul balcone per cantare “Bella Ciao”

A questa iniziativa, si aggiunge il flash mob lanciato dall’Anpi per il pomeriggio del 25 aprile: alle 15.00, orario in cui ogni anno a Milano parte il corteo nazionale, tanti italiani si ritroveranno sul balcone di casa, in terrazza o affacciati alla finestra per intonare insieme la canzone simbolo della resistenza “Bella Ciao” e sventolare il tricolore. Anche a questo evento hanno aderito in molti, dall’Arci alla Cgil, dagli studenti universitari al Comune di Firenze, fino al movimento delle sardine.

“L’Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione – scrive l’Anpi in una nota -. Il 25 aprile arriva con una preziosa puntualità. Arrivano le partigiane e i partigiani, il valore altissimo della loro memoria. L’ANPI chiama il Paese intero a celebrarlo come una risorsa di rinascita. Di sana e robusta rinascita”.

Intanto in Toscana, un’ordinanza regionale, ha imposto la chiusura di tutti i negozi e i supermercati il 25 aprile e 1° maggio.

Ultime notizie

Nardella: “Riapriamo la scuola, almeno l’ultimo giorno”

La proposta del sindaco di Firenze: almeno una giornata per rincontrare compagni di classe e professori

Bonus colf, badanti e lavoratori domestici: via alla domanda sul sito Inps

Aperta sul sito Inps la procedura per fare domanda: un bonus da 500 euro per due mesi per colf, badanti e lavoratori domestici, i requisiti

Spostamenti tra regioni dal 3 giugno: apertura a rischio?

Cosa cambia per i viaggi interregionali con il nuovo decreto sulla fase 2 e quanto influirà il monitoraggio del livello di rischio

Assistenti civici, in arrivo il bando: saranno volontari, nessuno stipendio

Un bando per reclutare 60 mila assistenti civici, volontari per il rispetto delle norme anti coronavirus: no stipendio ma rimborsi spese