“È importante – ha ricordato il presidente del Quartiere 2 Gianluca Paolucci – che la scuola aiuti i nostri ragazzi a conoscere le loro radici. Quando varchiamo i cancelli di questo stadio, oggi luogo di divertimento e di svago, non dobbiamo mai scordare la tragedia di cui esso fu teatro durante la guerra“. Durante la cerimonia, organizzata dal Comune di Firenze e dal Quartiere 2, hanno aprlato anche Cristina Berlincioni, nipote del giustiziato Guido Targetti, Mario Leone della Federazione regionale delle associazioni antifasciste e della Resistenza, Alberto Alidori, vicepresidente dell’Anpi e Alessandra Povia Zani, autrice del docufilm sul massacro “Ragazzi come noi”.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha concesso nel 2008 la medaglia d’oro al merito civile ai cinque martiri.