Aeroporto Firenze lavori vasche

La prima ruspa ha iniziato le operazioni: all’aeroporto di Firenze sono partiti i lavori per creare le vasche che metteranno al sicuro lo scalo di Peretola dalle inondazioni. I cantieri, al via martedì 14 maggio, dureranno circa 7 messi per un investimento  di 2 milioni di euro.

I lavori per le vasche dell’aeroporto di Firenze

L’intervento, spiega l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, è a servizio dell’attuale struttura dell’aeroporto fiorentino, ma metterà in sicurezza anche la nuova pista prevista dal masterplan per Peretola. Le acque saranno raccolte nelle cosiddette “vasche di laminazione”, trattate e depurate per poi essere reimmesse in rete.

“Dopo il progetto per eliminare lo storico semaforo all’inizio dell’A11, iniziano i lavori per il miglioramento idraulico-ambientale dell’aeroporto di Firenze, idonei per la nuova pista – commenta il sindaco Dario Nardella – Piccoli passi avanti per uno scalo sempre più sicuro e moderno, siamo sulla buona strada”.

E i lavori per togliere il semaforo prima dell’A11

Nei giorni scorsi il Comune di Firenze ha infatti dato il via ai lavori per mandare in pensione il semaforo tra viale Luder, la  Firenze Mare e lo scalo aeroportuale: entro la fine dell’anno sarà realizzata una nuova strada da 270 metri che consentirà l’entrata e l’uscita da viale Luder in direzione del Vespucci. Una soluzione, finanziata con oltre 1,3 milioni di euro da Autostrade per l’Italia e realizzata dal Comune, per rendere più scorrevole il traffico nella zona. Più lunghi invece i tempi per la realizzazione di un nuovo svincolo.