martedì, 29 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Vacanze con l'app Sardegna sicura...

Vacanze con l’app Sardegna sicura (e il modulo di registrazione)

No al passaporto sanitario, sì alla registrazione obbligatoria per chi viaggia in traghetto o in areo verso l'isola. Ecco come funziona

-

Il monitoraggio del coronavirus modifica anche il modo viaggiare. E così cambiano le regole per i tanti turisti che hanno deciso di andare in Sardegna per le vacanze: la Regione ha stabilito l’obbligo di registrazione per tutti i passeggeri dei traghetti e degli aerei diretti sull’isola, per rintracciare velocemente eventuali casi positivi al Covid, grazie a un modulo oppure facendo il download sul proprio smartphone della app “Sardegna Sicura” prima di entrare sul territorio regionale.

Niente passaporto sanitario, si pensa invece a bonus e voucher per chi si sottoporrà in modo volontario ai test sierologici. Nonostante dal 3 giugno sia consentito spostarsi tra zone diverse d’Italia senza autocertificazione, le singole Regioni possono prevedere norme particolari. Le norme sarde si applicano non solo ai turisti, ma a tutti i viaggiatori che devono sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Chi risulterà con più di 37,5° non potrà partire. Le nuove disposizioni, contenute nell’ordinanza 27/2020 firmata dal governatore sardo Christian Solinas, entrano in vigore con diversi step. Ecco tutti i dettagli.

Il modulo di registrazione per entrare in Sardegna: dove scaricarlo (pdf)

Non si tratta di un’autocertificazione, simile a quelle che siamo stati abituati a compilare nei mesi scorsi per gli spostamenti lontano da casa, ma di un modello di registrazione in cui riportare i dati principali legati al soggiorno o alle vacanze in Sardegna  e alle proprie condizioni di salute.

In particolare vanno indicati i dati anagrafici, il numero di un documento di riconoscimento e un contatto telefonico (cellulare), oltre ai riferimenti della struttura dove si alloggerà (hotel, campeggio, casa in affitto, ecc). Il modello comprende inoltre una serie di domande su eventuali sintomi riconducibili al coronavirus (ad esempio se negli ultimi 21 giorni si ha avuto febbre o tosse) e sul contatto con casi accertati di Covid-19.

Fino al 12 giugno sarà possibile compilare questo modello di registrazione anche a bordo dei traghetti o degli aerei e andrà consegnato ai presidi medici sanitari dei porti o dell’aeroporto. Dal sito della regione è possibile scaricare il modello in formato pdf per compilarlo e averlo già pronto al momento dell’imbarco.

App Sardegna Sicura per andare in vacanza: download dal 13 giugno

Dal 13 giugno scatta la registrazione web sulla piattaforma del SUS (Sportello Unico dei Servizi) grazie a un form online oppure scaricando l’applicazione per smartphone “Sardegna sicura” che sarà disponibile per il download su Google Play Store (sistemi Android) e Apple Store (iOS). Al momento non è prevista invece per i cellulari Windows Phone.

Si tratta di un software diverso da “Immuni”, l’app sperimentata a livello nazionale in 4 regioni per il tracciamento dei contatti, ma “Sardegna Sicura” è stata comunque “progettata con funzionalità di contact tracing su base volontaria”, specifica l’ordinanza regionale.

Coronavirus: le informazioni su come viaggiare verso la Sardegna

Ogni passeggero dovrà presentare copia della ricevuta di avvenuta registrazione insieme alla carta d’imbarco e a un documento d’identità valido. Attenzione però: la registrazione tramite l’app “Sardegna Sicura” è prevista solo dal 13 giugno in poi, prima è necessario compilare il modulo di registrazione.

La Regione Sardegna ha messo a disposizione una mail per chiedere informazioni sulle nuove regole per andare sull’isola: urp.emergenza@regione.sardegna.it. A questo link è possibile scaricare il testo dell’ordinanza regionale sarda n°27/2020 con le disposizioni legate al monitoraggio del coronavirus.

Ultime notizie

Svuota cantine 2020, a Firenze tornano i mercatini dell’usato: le date

Per 4 domeniche nelle vie e nelle piazze dei quartieri fiorentini arrivano le bancarelle dei cittadini: il calendario completo

Quale modello per Firenze nel post-Covid? L’intervista al direttore di Irpet

Stefano Casini Benvenuti, direttore di Irpet: “Rischi altissimi, ma abbandonare il turismo non ha senso. La rinascita può partire dalle periferie”

Ballottaggio comunali 2020: quando e dove si vota, data e come funziona

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale

Ballottaggio a Cascina e Arezzo: il fac-simile della scheda per le comunali

Ultimo capitolo delle elezioni comunali 2020 in Toscana, con 2 Comuni dove si va al ballottaggio. Ecco come si vota, i candidati e quali sono gli apparentamenti delle liste