E auguri furono. In pieno stile fiorentino, domani, dopo il suono delle chiarine, le madonne fiorentine del corteo del calcio storico apriranno la cerimonia tradizionale di auguri alla città. Al sindaco, che in un primo momento aveva scelto di cancellare, per quest’anno, l’evento, le madonne consegneranno il cesto augurale.

Dopo è previsto il saluto del decano del corpo consolare di Firenze Alessandro Berti, console di Danimarca.

Seguirà l’intervento del sindaco Leonardo Domenici: concluderà la cerimonia il consueto brindisi.