mercoledì, 30 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Bonus partite Iva, a maggio...

Bonus partite Iva, a maggio sarà di 1000 euro: confermati i 600 per aprile

Aumenta il bonus per partite Iva e autonomi: a maggio sarà di 1000 euro ma con nuovi requisiti, confermati i 600 euro per il bonus di aprile

-

Il bonus partite Iva aumenta a 1000 euro: resteranno 600 euro per il mese di aprile (e non saliranno quindi a 800 euro) ma da maggio il bonus per gli autonomi verrà aumentato, a patto di poter dimostrare di aver subito perdite ingenti nel secondo bimestre 2020. Questa l’ipotesi sulla quale il governo sta lavorando in vista dell’approvazione del nuovo “decreto maggio”, attesa nel consiglio dei ministri di mercoledì prossimo.

Partite Iva e autonomi, a maggio si cambia: nuovo bonus da 1000 euro

A marzo erano stati 600 euro. Poi l’ipotesi, esplicitata anche da parte di membri del governo, di aumentarlo a 800 euro. Ora l’idea è quella di portare a 1000 euro il bonus per autonomi e partite Iva di maggio, ma con dei nuovi requisiti: si dovrà infatti poter dimostrare una riduzione di almeno il 33% del reddito nel secondo bimestre 2020 (i mesi di marzo e aprile) rispetto agli stessi mesi del 2019.

Il bonus di aprile per le partite Iva

Intanto arriva la conferma che il bonus del mese di aprile resterà da 600 euro. Sarà confermato per tutti i lavoratori che hanno già ottenuto l’approvazione quello precedente, del mese di marzo, compresi quelli che ancora non hanno ricevuto l’accredito. Sembra quindi sfumata l’ipotesi di aumentare il bonus autonomi e partite Iva a 800 euro già per il mese di aprile. Ma a maggio, come detto, l’importo del bonus dovrebbe salire fino a mille euro.

I nuovi requisiti: perdite nel secondo bimestre 2020

Se prima però il bonus era allargato a tutti gli autonomi con l’unica condizione di avere un reddito complessivo inferiore ai 35 mila euro, con i nuovi requisiti i titolari di partita Iva dovranno poter dimostrare perdite di almeno un terzo (il 33%) del reddito nel secondo bimestre 2020 rispetto a quello 2019.

Coronavirus, il bonus da 600 euro anche ai professionisti

Il bonus è rivolto ai lavoratori autonomi e alle partite Iva iscritti all’Inps ed è esteso anche a tutti i professionisti iscritti alle casse private. In quest’ultimo caso sono le stesse casse (Inarcassa, Cassa forense, Enpam e le altre) a stabilire le modalità di accesso, anche se i requisiti sono gli stessi per tutti.

Ultime notizie

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze

Collaboratori sportivi, arriva il bonus da 600 euro per giugno 2020

Pubblicato, dopo più di un mese di ritardo, il decreto attuativo: come funziona l'indennità e come fare domanda alla società Sport e Salute

Trekking: la rinascita della “Via degli Dei”, da Firenze a Bologna

Da Bologna a Firenze a piedi, attraversando l’Appennino: è la Via degli Dei, un percorso dalla storia millenaria. Firmato un protocollo per promuovere il turismo slow

Il rischio di sospensione del campionato di Serie A per i positivi Covid

Dopo i 14 giocatori del Genoa risultati positivi al coronavirus ci si interroga su come mettere in sicurezza il mondo del pallone