lunedì, 27 Gennaio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Capodanno: botti e petardi, ecco...

Capodanno: botti e petardi, ecco come proteggere gli animali. Il decalogo

Si avvicina la notte del 31 dicembre, e cresce come ogni anno l'allrme per gli animali, che hanno un udito molto più sviluppato di quello dell'uomo e per cui petardi & co. possono essere molto pericolosi. Ecco, allora, un "decalogo" per proteggerli.

-

I padroni dei cani (ma non solo) lo sanno bene: agli animali i botti e i petardi di Capodanno proprio non piacciono.

Botti e petardi: i pericoli per gli animali

Il motivo è presto spiegato. Il fragore dei botti oltre a scatenare negli animali una naturale reazione di spavento, li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli, così, al rischio di smarrimento e/o investimento. In caso poi di esplosioni a ridosso dell’animale, sia d’affezione che selvatico, vagante o di proprietà, le conseguenze possono essere molto più drammatiche, causandone spesso il ferimento o la morte per ustioni e bruciature. Gli animali, inoltre, hanno l’udito molto più sviluppato di quello umano e i forti rumori li gettano nel panico, inducendoli a reazioni istintive e incontrollate, come gettarsi nel vuoto, divincolarsi follemente per strappare la catena, scavalcare recinzioni e fuggire in strada mettendo seriamente a repentaglio la loro incolumità e quella degli altri.

Ogni anno sono tantissime le segnalazioni di cani smarriti dopo Capodanno e numerosissimi gli ingressi nei canili, soprattutto di cani e gatti investiti dalle automobili, oltre, purtroppo, agli animali morti in seguito alla fuga dovuta al panico che si scatena in loro a seguito delle esplosioni. Per gli animali selvatici la mezzanotte del 31 dicembre è un momento d’inferno il rischio maggiore riguarda gli uccelli che vivono nei pressi delle aree urbanizzate.

Proteggere gli animali dai botti di Capodanno: il Decalogo

Ecco, allora, una lista di consigli pratici per proteggere gli animali:

  1. non lasciate che i cani affrontino in solitudine le loro paure e togliete ogni oggetto contro il quale, sbattendo, potrebbero procurarsi ferite;
  2. evitate di lasciarli all’aperto: la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, il primo dei quali è la fuga;
  3. non teneteli legati alla catena perché potrebbero strangolarsi;
  4. non lasciateli sul balcone perché potrebbero gettarsi nel vuoto;
  5. dotateli di tutti gli elementi identificativi possibili (oltre al microchip, medaglietta con un recapito);
  6. se si nascondono in un luogo della casa, lasciateli tranquilli: considerano sicuro il loro rifugio;
  7. cercate di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o TV;
  8. prestate attenzione anche agli animali in gabbia e non teneteli sui balconi;
  9. nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia;
  10. se l’animale scompare presentate subito una denuncia di smarrimento.

Ultimi articoli

Elezioni regionali 2020 in Toscana, la guida completa

Chi sono i candidati, quando si vota, come funziona il sistema elettorale: quello che c'è da sapere sulle elezioni regionali 2020 in Toscana

Eventi a Firenze nel mese di febbraio 2020, il calendario

Un mese in 15 appuntamenti imperdibili: musica, cultura, arte, shopping, iniziative per famiglie. La nostra guida agli eventi di febbraio

Uffizi, festa dei Doni: per le coppie un biglietto è gratis

Per una giornata le coppie pagano la metà. La Galleria degli Uffizi celebra la "Festa dei Doni" anche con eventi gratuiti e apertura prolungata

Il funerale di Narciso Parigi e l’omaggio di Firenze

La città dice addio all'autore dell'Inno della Fiorentina e pensa a come ricordarlo: da una giornata con le sue canzoni, fino all'intitolazione di un pezzo dello stadio Franchi

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi