mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCaro benzina, si salvi chi...

Caro benzina, si salvi chi può. I ”trucchi” per risparmiare / DI’ LA TUA

Il numero uno delll'Unione Petrolifera consiglia agli automobilisti di cercare i distributori dove il carburante costa meno. Ma c'è chi preferisce altre soluzioni fai-da-te, come prendere la bici od organizzarsi con amici e colleghi per viaggiare insieme.

-

Chi cerca trova e spende meno. E’ il consiglio che il numero uno dell’Unione Petrolifera, Pasquale De Vito, rivolge agli automobilisti spennati dal caro benzina. “I distributori dove il carburante costa meno, come in Europa, ci sono. Basta solo andarli a cercare”, è il suo invito. Distributori no logo e indipendenti si preparino all’invasione specie in Toscana, dove si assiste al rincaro delle accise più consistente.

PREZZI RECORD. Il portale QuotidianoEnergia rivela che la benzina oggi ha sfondato il tetto di 1,750 euro a litro. Si tratta di una media a livello nazionale, che la nostra regione contribuisce ad innalzare. Il sito PrezziBenzina osserva infatti che in Toscana un litro di benzina al momento può costare fino a 1,781 euro. Una cifra record su cui pesano i rincari delle accise per le popolazioni alluvionate dell’Elba e della Lunigiana deciso dalla Regione. La caccia al distributore low cost si apra.

LA VOSTRA STRATEGIA. Ma forse c’è chi preferisce altre soluzioni. Qualcuno attaccherà l’auto al chiodo e inforcherà la bici che fa bene anche alla salute, altri si organizzeranno con amici e colleghi per dividere auto e spese e risparmiare. Raccontate a Il Reporter.it la vostra strategia per sopravvivere al caro benzina: mandate una mail a [email protected]

Ultime notizie