giovedì, 20 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaCaro affitti: a Firenze la...

Caro affitti: a Firenze la prima casa per studenti in cooperativa

Una giovane cooperativa fiorentina composta da studenti universitari ha promosso un progetto contro il caro-affitti. L'obiettivo è creare uno studentato cooperativo innovativo e diffuso

-

- Pubblicità -

A settembre nascerà la prima la prima “casa per studenti in cooperativa” a Firenze, per far fronte al caro-affitti e offrire un alloggio a un costo “calmierato”. L’idea è stata lanciata da una giovane cooperativa composta da un gruppo di studenti e studentesse dell’Università di Firenze, Mutualità Studentesca (in sigla MuSt). Questa esperienza prenderà vita in in viale Belfiore, davanti alla fermata della linea 2 della tramvia, ma MuSt ha proposto di far partire, fin da subito, un percorso di analisi degli spazi inutilizzati o sottoutilizzati presenti in città, pubblici o privati, per poter espandere questo modello. L’obiettivo è creare uno studentato cooperativo innovativo e diffuso, con una serie di alloggi distribuiti in varie zone della città, gestiti dagli studenti per gli studenti.

Com’è nata l’idea l’idea

La cooperativa garantisce servizi agli studenti a condizioni migliori di quelle di mercato, dall’acquisto di libri alle opportunità di lavoro integrabili con lo studio.  Questa realtà è nata del 2022 grazie al bando Smart e Coop, promosso da Legacoop Toscana e Fondazione CR Firenze per favorire la nascita di nuove cooperative ad alto impatto sociale, e  conta oggi oltre 40 soci.

- Pubblicità -

Il progetto della prima casa per studenti cooperativa è stato lanciato nel corso di una assemblea pubblica indetta per discutere e riflettere in merito alla grave emergenza abitativa della città di Firenze, che si è svolta nella serata di lunedì 22 maggio a Firenze presso il Circolo Rigacci in via Baracca. All’assemblea hanno preso parte le studentesse e studenti, i loro rappresentanti, le sigle sindacali e associative rappresentanti dei movimenti giovanili e di protesta contro il caro affitti.

Come funzionerà la casa per studenti in cooperativa, che nascerà a Firenze

Il progetto degli alloggi in affitto per gli studenti si rivolge a chi non riesce ad accedere agli studentati del DSU ma si trova in difficoltà economica e non si può permettere un affitto tradizionale. L’obiettivo è quello di diminuire i costi degli affitti rispetto al mercato tradizionale, oltre che garantire il pieno rispetto della legalità e la non discriminazione per l’accesso agli affitti.

- Pubblicità -

Si tratta di un modello che – spiegano i promotori dell’iniziativa – garantisce una remunerazione non speculativa a tutti gli attori, proprietari degli immobili e studenti, contrastando le cause del costante aumento degli affitti. I proprietari hanno il vantaggio di interfacciarsi unicamente con la cooperativa che affitta l’immobile, anziché con i singoli inquilini, oltre che avere una garanzia di lungo termine prestata da un soggetto patrimonialmente solido. La cooperativa si occuperà di gestire il ricambio di inquilini, del controllo dell’immobile e della manutenzione ordinaria dello stesso. Da parte loro gli inquilini-studenti diventeranno soci della cooperativa e quindi co-gestori dell’immobile, controllano e approvano i bilanci e partecipano attivamente alla gestione della propria casa.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -