Lo ha stabilito il protocollo d’intesa firmato stamani a Pistoia dall’assessore alle infrastrutture Riccardo Conti, dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli e dall’ad di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti.

I lavori, che termineranno tra il 2012 e il 2014, prevedono il raddoppiamento della linea ferroviaria Pistoia-Lucca e il potenziamento dei raccordi ferroviari Livorno-Pisa.

In particolare a Montecatini fermeranno 28 nuovi treni: un treno in più ogni ora da e per Firenze e, dopo la realizzazione del sottopasso del nodo di Firenze, verrà rimodellato l’intero servizio sulla tratta Firenze-Prato-Pistoia-Lucca così da avere per Firenze due treni veloci ogni ora.

“E’ un passo importante. Con questo atto, condividiamo con il Ministero e Ferrovie una scelta strategica per il territorio toscano – ha detto l’assessore Riccardo Conti – Colgo l’occasione di un momento significativo come quello odierno, per lanciare due proposte al ministero. La prima: un patto con la Regione per velocizzare l’iter utile a ottenere i finanziamenti europei e dunque accelerare la realizzazione delle grandi opere in cantiere”.

“La seconda: una commissione congiunta sulla piattaforma logistica costiera per lavorare insieme ai progetti, agli obiettivi, alle risorse e ai tempi di realizzazione di una infrastruttura che lancerà la Toscana in Europa e nel futuro – ha continuato Conti -. Intanto ribadisco che occorre velocizzare i tempi per questo raddoppio, visto che le procedure europee non coincidono con le lentezze burocratiche. Entro febbraio tutte le intese dovranno essere perfezionate, altrimenti perderemo i finanziamenti europei”.