Non solo Carnevale, questo fine settimana, a Firenze: sono tanti gli eventi e gli appuntamenti in programma. E allora ecco alcune delle iniziative previste in città, per chi non ha ancora deciso come “spendere” il weekend. 

FIERA DEL CIOCCOLATO. Si concluderà domenica 19 febbraio l’ottava edizione della fiera del cioccolato artigianale, per la prima volta quest’anno in pieno centro storico, in piazza della Repubblica, per dare alla manifestazione una visibilità maggiore e consentirà un dialogo tra la kermesse e i luoghi storici di Firenze. Altra novità che caratterizza l’edizione di quest’anno è la qualità degli espositori e delle iniziative collaterali. Per puntare sulla qualità il numero degli spazi infatti è stato ridotti da 80 a 40 e la selezione degli artigiani è avvenuta scegliendo i più appassionati e i più sapienti. In questo mestiere, quasi come un’arte, è importante saper trasmettere la tradizione dell’hand made dei loro prodotti. Molti gli eventi collaterali che verranno realizzati dal direttore artistico coinvolgendo i maestri cioccolatieri, professionisti del settore ed altre personalità. Tra le attività, meeting, incontri e performance.

SAGRA DELLE FRITTELLE. Torna anche questo fine settimana, a San Donato in Collina (frazione tra Rignano sull’Arno e Bagno a Ripoli) la Sagra delle Frittelle. Sabato pomeriggio appuntamento dalle 14 alle 19, domenica tutto il giorno, dalle ore 9 alle 19, allo stand del Circolo SMS di San Donato in Collina. Le frittelle sono preparate secondo i dettami delle ricette familiari, e accompagnate con il vinsanto.

MUSEI GRATIS. Sabato 18 febbraio, in occasione della commemorazione di Maria Luisa de’ Medici, l’Elettrice Palatina, nell’anniversario della morte, si potranno visitare gratuitamente i musei civici fiorentini, da Palazzo Vecchio alla Cappella Brancacci. Maria Luisa de’ Medici il 31 ottobre 1737 firmò il cosiddetto “patto di famiglia”, che prevede il vincolo perpetuo alla città di Firenze dell’immenso patrimonio artistico e culturale raccolto dai Medici nell’arco della lunga storia di governo della dinastia sulla Toscana. Secondo il patto “…o levare fuori della Capitale e dello Stato del GranDucato … Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioje ed altre cose preziose… della successione del Serenissimo GranDuca, affinché esse rimanessero per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri”. Con questo atto Maria Luisa de’ Medici ha fatto in modo che Firenze non perdesse nessuna opera d’arte. Per informazioni: www.museicivicifiorentini.it. Questi gli orari dei musei: Museo di Palazzo Vecchio, Piazza Signoria, 9.00 – 19.00; Cappella Brancacci, Piazza del Carmine 14, 10.00 – 17.00; Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37, 11.00 – 17.00; Fondazione Salvatore Romano, Piazza Santo Spirito 29, 10.00 – 16.00; Museo di Santa Maria Novella, Piazza Santa Maria Novella, 10.00 – 16.00.

FORTEZZA ANTIQUARIA. E torna anche l’appuntamento, sabato e domenica, con Fortezza Antiquaria, fiera del piccolo antiquariato ai giardini della Fortezza da Basso. Qui si potranno trovare mobili, oggettistica, pregiati articoli da collezione, libri, stampe e molti altri articoli di piccolo antiquariato.