Home Sezioni Cronaca & Politica Come verificare se il televisore è compatibile con DVB-T2 e HD: quando...

Come verificare se il televisore è compatibile con DVB-T2 e HD: quando serve il decoder

Inizia il passaggio al nuovo digitale terrestre, come controllare se il televisore ha bisogno del decoder o verificare che la tv sia compatibile con lo standard DVB-T2

come verificare tv dvb-t2 compatibile capire se tv ha bisogno decoder

È in arrivo la nuova tv digitale e i vecchi apparecchi resteranno al buio: ma come verificare se il televisore è compatibile con l’HD e il DVB-T2, ossia il nuovo formato di trasmissione, e come capire se la nostra tv ha bisogno del decoder per continuare a funzionare? L’operazione è piuttosto semplice perché le principali emittenti hanno messo a disposizione un canale di test per il nuovo digitale terrestre e anche per l’alta definizione.

Questa “rivoluzione televisiva” infatti scatterà a tappe. Da metà ottobre 2021 le emittenti potranno decidere se codificare il loro segnale in Mpeg4 (e quindi soltanto i televisori HD potranno ricevere questi canali), poi nel 2022 ci sarà il graduale passaggio al DVB-T2 solo le tv e i decoder compatibili con il nuovo digitale potranno ancora ricevere i programmi televisivi.

Cosa cambia con la nuova tv digitale tra il 2021 e il 2022

Dunque tra il 2021, il 2022 e il 2023 il digitale terrestre tv cambia e, alla fine della transizione, bisognerà avere un televisore compatibile con il nuovo formato di trasmissione DVB-T2 per continuare a vedere i programmi e i vari canali anche in HD: per questo è importante verificare se il nostro apparecchio rispetta gli ultimi standard.

In sostanza, con il DVB-T2 e la codifica HEVC Main10, il segnale sarà più “compresso” per lasciare libere alcune frequenze da destinare al 5G dei cellullari, e la nuova tv digitale permetterà di migliorare la qualità delle immagini sempre garantendo un alto numero di canali televisivi disponibili.

Come verificare se il televisore è HD o se il decoder è compatibile con l’alta definizione

La prima fase scatterà dal 15 ottobre 2021 quando le emittenti, su base volontaria, potranno cambiare il formato di codifica delle trasmissione dall’Mpeg2 all’Mpeg4. Chi ha un televisore molto vecchio, che non supporta l’HD, potrebbe già non vedere più queste stazioni: per verificare se la tv è HD, basta selezionare i canali in alta definizione di Rai o Mediaset (501 Rai 1 HD, 502 Rai 2 HD, 503 Rai 3 HD, 504 Rete 4 HD, 505 Canale 5 HD, 506 Italia 1 HD). Se non si riceve il segnale, vuol dire che l’apparecchio è troppo datato: bisognerà cambiare il decoder o il televisore.

Quali canali non si vedono più dal 20 ottobre: cosa succede con la tv HD

Per farlo il governo ha lanciato due agevolazioni: il bonus decoder 2021/2022 da 30 euro per i nuclei familiari con un Isee fino a 20.000 euro e il bonus tv senza tetto Isee con uno sconto fino a 100 euro per tutte le famiglie che fanno la rottamazione del vecchio tv.

Da quando entra in funzione la nuova tv digitale in Italia DVB-T2

Per capire da quando entra in funzione la nuova tv digitale bisogna fare riferimento al calendario stilato dal Mise, il Ministero dello Sviluppo economico. La seconda fase della nuova tv digitale prevede uno spostamento delle frequenze, in tempi diversi a seconda delle regioni: si parte dal 15 novembre al 18 dicembre 2021 in Sardegna, dove si dovrà risintonizzare il televisore per continuare a vedere i canali. Le ultime zone d’Italia interessate da questa risintonizzazione (detta in gergo refarming) saranno Liguria, Toscana, Umbria, Lazio e Campania dal 1° maggio 2022 al 30 giugno 2022.

Da luglio 2022 il vecchio segnala del digitale terrestre sarà spento progressivamente in tutta Italia e da gennaio 2023 solo se si avrà ha un televisore compatibile con il DVB-T2 (o un decoder tv adatto al nuovo standard) si potrà continuare a ricevere la programmazione televisiva.

Come verificare se il televisore è DVB-T2 e come capire se la tv ha bisogno del decoder

La cosa più semplice da fare per capire se c’è bisogno di un decoder DVB-T2 è controllare la data di acquisto del proprio televisore: le tv vendute dal 22 dicembre 2018 in poi sono compatibili con il nuovo digitale terrestre. Da quella data i negozi sono stati obbligati a vendere solo apparecchi compatibili con il nuovo standard di trasmissione.

Per verificare se il televisore è compatibile con il DVB-T2 inoltre si può sintonizzarsi sul canale di test della nuova tv digitale, al numero 100, controllando che appaia la scritta “Test HEVC Main10”. La stessa verifica si può fare selezionando il canale 200. Prima di fare questa prova è raccomandato fare una risintonizzazione dei canali.

Se anche dopo aver risintonizzato la tv, non compare sullo schermo la dicitura “Test HEVC Main10”, questo significa che il televisore non è compatibile con il DVB-T2 e quindi ci sarà bisogno di comprare un nuovo decoder o di cambiare la televisione per continuare a vedere i programmi dopo gennaio 2023, quando sarà andrà a regime il digitale di seconda generazione.