lunedì, 26 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaQuando ci sono le elezioni...

Quando ci sono le elezioni europee 2024 in Italia e chi può votare

Il 2024 sarà l'anno delle elezioni: urne aperte in 5 Regioni, 3.700 Comuni e anche per scegliere gli eurodeputati. Come funzionano le elezioni dell'Europarlamento

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Le elezioni europee 2024 saranno un test importante proprio quando in Italia si vota anche per altre importanti tornate. Siamo appena entrati in un anno di consultazioni. Tra l’inverno e la primavera si terranno le regionali in 5 territori (Abruzzo, Basilicata, Piemonte, Sardegna e Umbria). Ci saranno poi le comunali, che riguarderanno tra gli altri sei capoluoghi di regione (Firenze, Bari, Cagliari, Campobasso, Perugia e Potenza). Ma vediamo cosa c’è da sapere sulle elezioni europee 2024: quando sono state fissate, chi può votare, come farlo e quante preferenze si possono dare.

Quando ci sono le elezioni europee in Italia: la data dell’election day

Il Consiglio dell’Ue ha fissato un intervallo di giorni all’interno del quale si posso svolgere le elezioni europee 2024, ma sono i singoli Paesi membri a scegliere esattamente quando si va alle urne. Il periodo, indicato all’unanimità, va dal 6 al 9 giugno. I primi a tracciare una X sulla scheda saranno i cittadini dei Paesi Bassi (6 giugno), seguiti da Repubblica Ceca (7-8 giugno). In Italia si voterà, secondo il decreto approvato dal Consiglio dei ministri il 25 gennaio, per le elezioni europee nel weekend del 9 giugno 2024, quando si andrà alle urne anche per le amministrative in 3.700 Comuni e con la possibilità di accorpamento nell’election day anche delle regionali (non si voterà il lunedì):

- Pubblicità -
  • Elezioni Europee 2024 – si vota sabato 8 giugno dalle ore 14 alle 22 e domenica 9 giugno dalle 7 alle 23;
  • Elezioni comunali 2024 – si vota contemporaneamente alle europee sabato 8 giugno dalle ore 14 alle 22 e domenica 9 giugno dalle 7 alle 23;
  • Elezioni regionali 2024 – le regioni a statuto ordinario in scadenza, Piemonte e Basilicata, potranno decidere l’accorpamento delle consultazioni con le europee e le comunali l’8 e 9 giugno.

Lo spoglio per le europee dovrà iniziare contemporaneamente in tutti i Paesi alle ore 23 di domenica 9 giugno. Per le elezioni europee si vota ogni 5 anni, l’ultima consultazione si è tenuta nel maggio 2019.

Elezioni europee: chi può votare  e cosa si vota

I cittadini italiani (e quelli europei con residenza legale in Italia) che hanno compiuto 18 anni alla data dell’8 giugno 2024 possono votare alle elezioni europee. È necessario presentarsi al seggio con un documento di identità valido e con la tessera elettorale. Anche i cittadini europei residenti in Italia possono votare per il proprio Paese di appartenenza, registrandosi in anticipo con una richiesta al sindaco del Comune di residenza. Durante questa consultazione in Italia saranno scelti i 76 deputati nazionali dell’europarlamento, che conta in tutto 720 membri. Come succede per le politiche nazionali, non si vota direttamente il presidente della Commissione europea, che viene invece eletto dall’Europarlamento a maggioranza assoluta, in base al candidato indicato dagli Stati membri, tenendo conto dei risultati dello spoglio delle schede.

- Pubblicità -

Come votare: quante preferenze si possono dare alle elezioni europee?

Per le europee il sistema elettorale è di tipo proporzionale, ossia i seggi in Parlamento sono assegnati in modo da assicurare alle diverse liste e ai diversi partiti che hanno presentato candidati un numero di posti proporzionale ai voti ricevuti. La soglia di sbarramento è del 4%: chi non raggiunge questa percentuale, non entra in Parlamento. In Italia le elezioni europee 2024 prevedono la possibilità di dare fino a 3 preferenze per i candidati di una stessa lista/partito, ma con la regola dell’alternanza di genere. Nel caso si esprimano due o tre preferenze, almeno un candidato deve essere di genere diverso (ad esempio si possono votare due uomini e una donna oppure due donne e un uomo o ancora un uomo e una donna). È  possibile esprimere anche una sola preferenza.

L’Italia è divisa in 5 circoscrizioni:

- Pubblicità -
  1. Italia Nord-occidentale (Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria e Lombardia);
  2. Italia nord-orientale (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna);
  3. Italia centrale (Lazio, Umbria, Marche e Toscana);
  4. Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria);
  5. Isole (Sardegna e Sicilia).

Le liste ufficiali dei candidati per ciascuna circoscrizione saranno pubblicate nei prossimi mesi.

Compenso maggiorato per gli scrutatori alle elezioni europee e amministrative

Nei prossimi mesi i Comuni attiveranno le procedure per nominare gli scrutatori che lavoreranno nei seggi per le elezioni europee dell’8-9 giugno 2024, il cui compenso è fissato a livello nazionale.  Secondo il decreto legge del 25 gennaio, l’onorario sarà maggiorato rispetto al normale del 30%, visto la difficoltà a reclutare i componenti dei seggi. Per le cifre precise bisognerà comunque attendere la circolare del Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno.

Intanto si possono fare delle stime in base al vecchio tariffario, incrementato di un terzo. Per le elezioni europee 2024 ogni scrutatore riceverà un “rimborso” non tassato pari a 124,80 euro per tutte le giornate (quindi anche per i preparativi delle urne, che in genere vengono effettuati nella giornata immediatamente precedente alle votazioni). Ai presidenti di seggio in passato era riconosciuto un gettone di presenza di 120 euro, che quest’anno sale a 156 euro. Nell’eventualità di concomitanza con le elezioni comunali, il compenso cresce a 157,30 euro per gli scrutatori e a 204,10 per i presenti di seggio. Con le circoscrizionali/di quartiere il rimborso raggiungerà i 189,80 euro per i primi e 254,20 per i secondi.

Maggiori informazioni

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito del Parlamento europeo, dove saranno pubblicati anche i risultati delle elezioni.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -