lunedì, 19 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCoprifuoco dalle 22: come funziona,...

Coprifuoco dalle 22: come funziona, cosa significa, quando si può uscire

Confermato il coprifuoco nazionale dalle ore 22, con un prolungamento di orario a Capodanno: come funziona, cosa significa, quali sono i motivi per cui si può uscire di casa?

-

Confermato il coprifuoco in tutta Italia, in zona gialla, arancione rossa e pure a Natale e a Capodanno: introdotto dal Dpcm dello scorso 4 novembre 2020, è stato ora rinnovato anche dall’ultimo decreto sulle feste natalizie. Ma come funziona, cosa significa e quando si può uscire durante il coprifuoco Covid, dopo le 22?

Come funziona il coprifuoco in Italia, quando si può uscire e l’orario stabilito dal Dpcm

Prima era stato ipotizzato uno stop agli spostamenti notturni a Natale e Capodanno dalle ore 18, poi le lancette del divieto sono state portate avanti fino alle 20 o alle 21 infine il governo ha confermato le regole che già esistevano sull’ora di inizio del coprifuoco: questo significa che secondo il Dpcm di dicembre e il decreto legge Natale non si può uscire di casa dalle 22 alle 5 del mattino seguente, salvo che per comprovate esigenze.

Come funziona il coprifuoco? Può uscire dalle 22 alle 5 solo chi lavora, chi si muove per problematiche di salute o per motivi di estrema necessità oppure chi rientra al proprio domicilio: come già successo durante il lockdown, bisogna giustificare gli spostamenti tramite un modulo di autocertificazione. La deroga che riguarda gli spostamenti di due persone al massimo verso un’abitazione privata, introdotta dal decreto legge Natale, non vale nell’orario del coprifuoco: anche in questo caso gli spostamenti sono consentiti solo tra le 5 e le 22.

Coprifuoco anche a Natale 2020 e Capodanno 2021, ristoranti chiusi

Il coprifuoco vige quindi anche la notte della vigilia di Natale (24 dicembre 2020) e a Capodanno: si deve rientrare a casa alle ore 22 e non si può uscire fino alle 5 del giorno dopo, che nel caso del 1° gennaio 2021 diventano le ore 7.00. Solo per la nottata di San Silvestro l’ultimo Dpcm ha posticipato la fine del coprifuoco 2 ore dopo.

Fino al 23 dicembre restano i limiti per ristoranti, bar e servizi di ristorazione: nelle regioni della “zona gialla” possono restare aperti al pubblico fino alle 18  e fare l’asporto fino all’orario di inizio del coprifuoco. Dal 24 dicembre fino al 6 gennaio i ristoranti, i bar, le pasticcerie, le gelaterie e tutti i servizi di ristorazione dovranno stare chiusi sempre, è consentito solo il take away fino alle ore 22 e il servizio “porta a porta” con la consegna direttamente a casa del cliente (senza limiti di orario).

Cosa vuol dire? Fino a quando dura?

Cosa vuol dire nella pratica la misura del coprifuoco? Ecco qui in sintesi orari e regole

  • Dalle ore 22 alle 5 – si può uscire solo per motivi di lavoro, salute ed estrema necessità con autocertificazione, anche in zona gialla
  • Dalle ore 22 alle 7 per il Capodanno 2021: coprifuoco “allungato” dalle ore 22 del 31 dicembre alle ore 7 del 1° gennaio 2021. Nelle restanti ore vige la zona rossa in tutta Italia
  • Dalle 5 alle ore 18 (fino al 23 dicembre compreso): ristoranti, bar, pasticcerie e gelaterie possono restare aperte in zona gialla
  • Dalle 5 alle 22 (dal 24 dicembre al 6 gennaio): ristoranti, bar, pasticcerie e gelaterie sono chiusi, è consentito solo il take away. Nessun limite di orario per la consegna a domicilio.

Il coprifuoco in tutta Italia dura fino a quando è in vigore l’ultimo Dpcm, quindi fino a venerdì 15 gennaio 2021, ma la misura potrebbe essere rafforzata o modificata in base all’andamento della situazione epidemiologica del virus Covid-19.

Ultime notizie