mercoledì, 28 Luglio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCoprifuoco a Firenze anticipato alle...

Coprifuoco a Firenze anticipato alle 20.30, ma è un pesce di aprile

Una fake news, o meglio uno scherzo per il 1° di aprile. Il Comune smentisce la notizia di una fantomatica ordinanza sul coprifuoco anticipato a Firenze

-

Coprifuoco anticipato a Firenze, dalle 20.30 in poi, che scatterà dal 2 aprile 2021 con il rischio di finire nel carcere di Sollicciano se si supera di 60 minuti l’orario off limits, secondo quanto previsto da un’ordinanza del Comune. Peccato che è tutto falso. Una bufala bella e buona che sta circondo su Facebook. Palazzo Vecchio ha smentito la notizia sui suoi canali ufficiali, parlando di un pesce di aprile.

La smentita del Comune di Firenze: il coprifuoco anticipato è una bufala, anzi un pesce

“In merito all’annuncio che sta girando sui social su un presunto inasprimento del coprifuoco a Firenze, l’amministrazione comunale precisa che si tratta di una fake news probabilmente legata ad un pesce d’aprile”, si legge in un comunicato stampa pubblicato in rete civica. La notizia era stata riportata da un sito fiorentino che si occupa di storia, aneddoti e curiosità.

Già pochi minuti dopo la comparsa dell’articolo su Facebook molti utenti hanno smascherato il pesce di aprile, andando a controllare sul portale del Comune di Firenze la presenza di questa fantomatica ordinanza sul coprifuoco anticipato. Alcuni dettagli sono fin troppo pittoreschi per risultare verosimili. Nell’articolo-bufala si parla anche di un “fermo coatto per 24 ore” se si viene sopresi fuori casa dopo un’ora dall’inizio del coprifuoco, citando accordi con il carcere fiorentino di Sollicciano “che ha riservato alcune celle del braccio 111”.

Le regole (vere)

Restano quindi in vigore le regole nazionali previste dall’ultimo Dpcm e dai decreti legge Covid. Anche a Firenze il coprifuoco scatta alle ore 22.00 di ogni giorno per finire alle 5.00 del mattino successivo. In questo lasso di tempo si può circolare solo per motivi di lavoro, salute o necessità, pena una multa da 400 a 1.000 euro. Anche se si viene sorpresi dopo le 22.00, mentre si rientra a casa dopo una cena da amici, si rischia la sanzione amministrativa: questo tipo di spostamento non è considerato una situazione di necessità.

Ultime notizie