giovedì, 6 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSi può tornare a casa...

Si può tornare a casa dopo le 22? Coprifuoco e rientro nell’abitazione

Quando è consentito il rientro alla propria abitazione durante il coprifuoco: dopo una cena da amici si può tornare a casa, anche se sono passate le 22 o si rischia una multa? E dopo la serata al ristorante?

-

Il rientro nella propria abitazione è sempre consentito e si può tornare a casa dopo le ore 22, durante il coprifuoco, dopo aver fatto visita a parenti e amici o dopo una cena al ristorante? Il nuovo decreto Covid del governo Draghi che entra in vigore dal 26 aprile ed è valido fino al 31 luglio 2021 non cambia le regole per il ritorno al proprio domicilio durante l’orario del coprifuoco, che resta alle 22.

Posso tornare a casa dopo le 22: il rientro nell’abitazione è consentito durante il coprifuoco?

In zona gialla, arancione e rossa le regole in vigore durante coprifuoco sono le stesse: come già previsto dai vari Dpcm, anche il nuovo decreto stabilisce che non è possibile fare spostamenti tra le 22 e le 5 se non per motivi di lavoro, salute e necessità. Dunque, se si lavora fino a tardi, è consentito fare rientro alla propria abitazione o al proprio domicilio dopo le 22 e prima delle 5 del mattino, compilando l’autocertificazione nel caso di controlli delle forze dell’ordine.

Gli spostamenti per motivi diversi, durante il coprifuoco, non sono consentiti. Dunque non si può rientrare a casa durante il coprifuoco, dopo le 22 e fino alle 5, a seguito di una visita a parenti, congiunti non conviventi e conoscenti, ad esempio dopo una cena nell’abitazione di amici o del fidanzato. Se le norme saranno applicate alla lettera, dal 26 aprile bisognerà fare rientro alla propria abitazione o al proprio domicilio entro le 22 anche dopo una cena al ristorante, che insieme a bar possono restare attivi alla sera in zona gialla ma solo servendo ai tavoli all’aperto, o dopo una serata al cinema o al teatro.

La multa per chi non rispetta le regole sugli spostamenti notturni

Quindi se si viene sorpresi dalle forze dell’ordine mentre si fa rientro alla propria abitazione dopo le 22 senza un motivo valido (ad esempio a seguito di una visita da amici), si rischia una multa da 400 a 1.000 euro. Restano le regole su quante persone non conviventi possono stare a bordo dell’auto. E per chi dichiara il falso può scattare la denuncia con conseguenze penali e la reclusione da un anno a 6 anni.

Passando alle regole generali, le FAQ del governo specificano che è consentito il rientro alla propria abitazione per chi si trova fuori regione per motivi di salute, necessità o lavoro (allo stesso modo di chi è fuori dal comune di domicilio in zona arancione e rossa per gli stessi motivi). In questi casi si può tornare a casa, anche se l’abitazione si trova in un territorio dove gli spostamenti sono limitati dal decreto legge.

Ultime notizie