venerdì, 4 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus, primi casi a Firenze...

Coronavirus, primi casi a Firenze e in Toscana. Le regole da seguire

Primi casi accertati anche in Toscana. Due uomini ricoverati in isolamento tra Firenze e Pistoia

-

Primi casi di coronavirus anche in Toscana: a Firenze il primo contagio, per cui si sta attendendo la conferma definitiva da parte dell’Istituto superiore di sanità. Si tratta di un uomo di 63 anni, imprenditore con attività in Oriente (ma non in Cina), rientrato in città a inizio gennaio dopo esser transitato dall’aeroporto di Singapore.

I primi accertamenti effettuati sono stati effettuati nella notte all’ospedale di Santa Maria Nuova, nel centro di Firenze. Il tampone ha dato esito positivo al Covid-19 e l’uomo è stato quindi trasferito nel reparto di malattie infettive all’ospedale di Ponte a Niccheri. Il pronto soccorso di Santa Maria Nuova è stato subito dopo sanificato.

Il secondo caso di coronavirus in Toscana è stato registrato a Pescia. Riguarda un informatico di 49 anni rientrato giovedì sera da Codogno, dove aveva soggiornato per lavoro. Da venerdì era in autoisolamento volontario su indicazione del medico e sotto sorveglianza della Asl.

A seguito di un picco febbrile ha contattato le strutture sanitarie ed è stato trasferito in ospedale a Pistoia per gli accertamenti. L’uomo al momento è in buone condizioni di salute, in isolamento nel reparto di malattie infettive. A riportarlo è la stessa Regione Toscana in una nota.

Coronavirus: i due casi sospetti in Toscana

I due casi sospetti positivi registrati in Toscana devono ora essere validati dall’Istituto superiore di sanità. In via preventiva, sono in corso le indagini epidemiologiche sui contatti avuti dai due potenziali contagiati con altre persone. Quest’ultime sono state preventivamente sottoposte a isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Per quanto riguarda l’imprenditore fiorentino, resta ancora da stabilire se il contagio sia avvenuto dopo alcuni contatti avuti con un collega in Italia o prima del suo rientro da Singapore.

Coronavirus a Firenze, negativo il test sulla donna soccorsa alla Stazione di Santa Maria Novella

Intanto, è risultato negativo il test eseguito sulla donna ricoverata ieri sera: di ritorno dal Carnevale di Venezia, è stata soccorsa dai sanitari alla Stazione di Santa Maria Novella in seguito a una forte forte tosse e sintomi febbrili. Ma non si tratta di coronavirus.

Cosa è il coronavirus

Il virus responsabile dell’epidemia è un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato in precedenza nell’uomo. I coronavirus fanno parte di una vasta famiglia di virus che possono causare un raffreddore comune, una forma lieve simile all’influenza ma anche malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Raccomandazioni

Le raccomandazioni per ridurre l’esposizione e la trasmissione della possibile malattia sono analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale:

  • Lavarsi le mani, in assenza di acqua usare gel alcolici.
  • Coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare il fazzoletto di carta e gettarlo nel cestino.
  • Se possibile, rimanere in casa in presenza di malattie respiratorie febbrili, specialmente nella fase iniziale.
  • Evitare di toccarsi occhi, naso o bocc. I virus possono diffondersi quando vengono toccate superfici contaminate.

I sintomi del coronavirus

I sintomi più comuni sono febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie.
Le informazioni attualmente suggeriscono che il virus possa causare sia una forma lieve, simil-influenzale, che una forma più grave di malattia come polmonite, sindrome respiratoria acuta grave o insufficienza renale.

Si parla di caso sospetto se la persona ha sintomi respiratori gravi, febbre e tosse, e se è stato recentemente in una delle zone a rischio della Cina. Si considera caso sospetto anche chi è stato a contatto stretto con un caso probabile o confermato.

Coronavirus a Firenze e in Toscana, come chiedere informazioni

Per informazioni puoi rivolgerti al medico o pediatra di base, tutti i giorni dalle 8 alle 20, o chiamare il numero verde regionale:

  • 800556060, opzione 1, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 15.

Per segnalazioni obbligatorie di contatti con casi confermati di Covid-19 e rientri dalle aree a rischio negli ultimi 14 giorni, contatta i numeri istituti dalle aziende sanitarie:

  • Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055.5454777
  • Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050.954444
  • Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800.579579

Ultime notizie

Dove vedere Fiorentina Genoa in tv: Sky o Dazn?

La Fiorentina si appresta ad incontrare il Genoa allo Stadio Artemio Franchi. Il match si terrà lunedì 7 dicembre alle 20.45.

Bar: quando possono stare aperti secondo il Dpcm del 3 dicembre

Quando possono stare aperti i bar secondo il dpcm del 3 dicembre, regole e novità anche per Natale, Santo Stefano e Capodanno

Covid in Toscana, oggi contagi in aumento: i dati del 4 dicembre

I numeri sull'andamento dei contagiati in Toscana: continua il saliscendi dei nuovi casi. Le anticipazioni dei dati del bollettino del 4 dicembre 2020

Quando posso andare dal parrucchiere in un altro comune vicino

Per la messa in piega si può sconfinare? E andare da un parrucchiere che si trova in un comune contiguo al proprio? Cosa dicono le regole per gli spostamenti in zona rossa e arancione