venerdì, 27 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus, Toscana: il 23 luglio...

Coronavirus, Toscana: il 23 luglio 4 nuovi casi ma nessun morto, i dati

Restano sotto controllo i dati dei nuovi contagi, ma aumentano le persone isolate perché venute in contatto con positivi al Covid

-

Restano pochi i nuovi casi di coronavirus rilevati in Toscana: secondo i dati del bollettino della Regione, pubblicato oggi (giovedì 23 luglio 2020), nel giro di 24 ore si sono registrati 4 nuovi positivi al Covid, uno a Pistoia, uno a Livorno e 2 a Grosseto. Tutto questo a fronte di 2.786 tamponi effettuati, per un totale di 401.479 test dall’inizio dell’emergenza. Dalle ultime notizie non risulta alcun decesso, mentre 8 persone in più sono guarite dalla malattia.

Dall’inizio dell’epidemia sono così 10.394 i contagi totali da coronavirus segnalati in Toscana, con un aumento il 23 luglio dello 0,04% rispetto al totale di ieri. Questa la distribuzione dei casi sul territorio regionale, provincia per provincia: 3.242 i positivi complessivi ad oggi a Firenze, 551 a Prato, 750 a Pistoia, 1.056 a Massa, 1.371 a Lucca, 944 a Pisa, 483 a Livorno, 690 ad Arezzo, 429 a Siena, 407 a Grosseto.

I dati sul coronavirus in Toscana al 23 luglio 2020

Vediamo allora la situazione nel dettaglio. Al 23 luglio, le persone attualmente positive al coronavirus sono 328, in diminuzione dell’1,2% rispetto a 24 ore fa: 313 sono in isolamento a casa, con sintomi lievi o perché asintomatiche, 15 (due in più rispetto a ieri) sono ricoverate nei posti letto Covid allestiti negli ospedali della Toscana, di queste una è in terapia intensiva.

Per quanto riguarda le persone isolate perché hanno avuto contatti con persone contagiate i dati del bollettino indicano un aumento del 13,8% con 882 persone in sorveglianza attiva (107 in più rispetto a ieri). Come detto i decessi restano fermi. Da febbraio a oggi si sono registrati 1.131 morti: 416 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 173 a Massa Carrara, 143 a Lucca, 90 a Pisa, 61 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 24 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

I guariti, dall’inizio dell’epidemia a oggi, sono 8.935: 141 “clinicamente guariti” perché non presentano più i sintomi del coronavirus ma sono ancora positivi al test del tampone (e quindi potenzialmente infettivi), 8.794 “guarigioni virali”, dichiarati guariti a tutti gli effetti con doppio tampone negativo.

La situazione del Covid in Toscana

Confrontando la situazione del coronavirus in Toscana con quella italiana, i dati del 23 luglio confermano la nostra regione al 10° posto per l’incidenza dei positivi, con circa 279 casi ogni 100.000 abitanti (contro la media italiana di  circa 406). Le province più colpite sono Massa Carrara, Lucca, Firenze: qui la mappa e i grafici sull’andamento del coronavirus in Toscana.

Il tasso grezzo di mortalità toscano per Covid-19 (ossia il numero di deceduti in rapporto ai residenti) al 23 luglio è di 30,3 ogni 100.000 abitanti contro il 58,1 della media italiana. Siamo l’11esima regione per mortalità. L’incidenza maggiore di decessi è segnalata a Massa Carrara, Firenze e Lucca, la più bassa a Grosseto.

I dati del bollettino sul coronavirus (23 luglio) sono stati elaboratori dall’Agenzia regionale di sanità toscana.

Ultime notizie

Zona arancione e rossa, visita ai congiunti: si può andare fuori comune?

Si possono vedere i congiunti che abitano in Comuni diversi? E si possono portare i bambini dai nonni? Le regole del Dpcm per le zone arancioni e rosse, le ipotesi per il nuovo decreto (dopo il 3 dicembre)

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, riapertura dei ristoranti la sera, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Covid: autocertificazione di domicilio e cosa fare se lo si vuole cambiare

Basta sceglierlo e compilare un'autocertificazione: come cambiare il domicilio, necessario per gli spostamenti in tempi di Covid

River to River 2020, torna (in streaming) il festival di cinema indiano

Ventesima candelina per il festival River to river, che dal 3 all'8 dicembre, offre il meglio del cinema indiano (in streaming)