mercoledì, 2 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus, 4 nuovi casi in...

Coronavirus, 4 nuovi casi in Toscana. Positivi al minimo dal 18 marzo

Quattro soli nuovi casi, 82 i guariti: le ultime notizie di oggi, 28 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

-

Sono solo 4 i nuovi casi di coronavirus in Toscana rilevati da ieri, 82 invece le guarigioni. Due i decessi: queste le ultime notizie sul contagio riportate dal bollettino della Regione Toscana sul coronavirus di oggi, giovedì 28 maggio.

Coronavirus in Toscana, il bollettino di oggi (28 maggio)

I 1.380 casi attualmente positivi in Toscana sono un nuovo minimo dal 18 marzo scorso. Il totale da inizio epidemia sale invece a 10.086 casi. Che, nella mappa del coronavirus in Toscana, sono distribuiti così per provincia: 3.457, in totale, quelli rilevati a Firenze (1 in più rispetto a ieri), 564 a Prato, 674 a Pistoia (1 in più), 1.046 a Massa Carrara (1 in più), 1.361 a Lucca, 891 a Pisa (1 in più), 554 a Livorno, 676 ad Arezzo, 438 a Siena, 425 a Grosseto.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia per numerosità di casi, con circa 270 casi ogni 100.000 abitanti. La media italiana, a ieri, era di circa 383. Massa Carrara è la provincia con il tasso di notifica più alto, 537 casi per 100.000 abitanti. Seguono Lucca con 351 e Firenze con 342. La più bassa resta Siena con 164.

Le persone in isolamento a casa sono 1.227, positive ma con sintomi lievi o asintomatiche (meno 70 rispetto a ieri). Altre 6.782 (-311) sono isolate dopo aver avuto contatti con persone risultate contagiate.

Il numero dei ricoverati scende complessivamente di 10 unità: oggi sono 153 i pazienti nei posti letto Covid in Toscana, di cui 27 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri). Non erano così pochi in terapia intensiva dal 9 marzo 2020, e per il numero di ricoverati in generale è il minimo dall’11 marzo scorso.

Ci sono poi 82 nuovi guariti, per un totale che sale a 7.677. Di questi, 1.385 sono i “clinicamente guariti” (+38 da ieri), divenuti cioè asintomatici. Altri 6.292 (+44) sono i guariti a tutti gli effetti con doppio tampone negativo.

Sono 2 i decessi registrati da ieri, un uomo e una donna dall’età media di 74,5 anni, registrati uno in provincia di Firenze e uno di Prato. Il totale dei morti per le conseguenze del coronavirus in Toscana è di 1.029, così ripartiti per provincia: 379 a Firenze, 46 a Prato, 79 a Pistoia, 143 a Massa Carrara, 135 a Lucca, 85 a Pisa, 58 a Livorno, 45 ad Arezzo, 30 a Siena, 21 a Grosseto. Altre 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Coronavirus, ultime notizie dalla Toscana

La Toscana resta l’11° regione in Italia per tasso grezzo di mortalità, cioè il numero di deceduti in rapporto alla popolazione residente. È di 27,6 per 100.000 residenti, contro il 54,8 della media italiana. Anche in questo caso è Massa Carrara la provincia più colpita (73,4), seguita da Firenze (37,5) e Lucca (34,8). Il più basso a Grosseto (9,5).

Infine i tamponi, che raggiungono quota 242.687. Da ieri ne sono stati eseguiti 4.020 e analizzati 3.947.

Questi i dati, aggiornati alle ore 12 di oggi, giovedì 28 maggio, elaborati dall’Agenzia regionale di sanità e dall’Unità di crisi Coronavirus.

Ultime notizie

Covid, in Toscana 776 nuovi casi: il bollettino del 2 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 2 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione

Cashback, bonus di Natale 2020: come funziona, l’app IO e lo Spid

A dicembre un rimborso da 150 euro per chi fa shopping nei negozi fisici e paga con le carte elettroniche o con il cellulare: ecco come richiederlo e a cosa serve l'app

Il concerto di Antonio Artese, dal Museo Marino Marini al web

Il Museo Marino Marini e l'Istituto Italiano di cultura di Oslo insieme per il concerto del maestro Artese, ispirato alle opere dell'artista

Messa di Natale 2020 anticipata prima di mezzanotte: l’orario di inizio

La santa messa della vigilia fa i conti con il coprifuoco. La Cei: va celebrata, ma si può fare qualche ora prima