mercoledì, 2 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus in Toscana, ricoverati al...

Coronavirus in Toscana, ricoverati al minimo dal giorno del lockdown

Ancora 5 casi e 5 i decessi, aumentano i guariti: le notizie di oggi, 6 giugno, sul contagio da coronavirus in Toscana

-

Resta lieve ma costante il numero dei nuovi casi da coronavirus in Toscana: sono 5 quelli rilevati da ieri e altrettanti i decessi registrati. Continua però il trend positivo delle guarigioni. Queste le ultime notizie sul coronavirus in Toscana riportate dal bollettino regionale di oggi, sabato 6 giugno.

Il totale dei casi dall’inizio dell’epidemia sale a 10.134, di cui 785 attualmente positivi, il minimo dal 14 marzo scorso. La mappa del coronavirus in Toscana segna 3.482 casi complessivi in provincia di Firenze (4 in più rispetto a ieri), 567 a Prato (1 in più), 677 a Pistoia, 1.050 a Massa-Carrara, 1.364 a Lucca, 896 a Pisa, 557 a Livorno, 677 ad Arezzo, 438 a Siena, 426 a Grosseto.

Coronavirus, il bollettino del 6 giugno in Toscana

Numeri che confermano la Toscana al 10° posto in Italia per numerosità di casi, circa 272 casi ogni 100.000 abitanti. La media nazionale, a ieri, era di 389. Massa-Carrara è la provincia più colpita con 539 casi ogni 100.000 abitanti, seguita da Lucca con 352 e Firenze con 344. Il dato più basso a Siena con 164.

Restano ad oggi 714 persone in isolamento a casa, positive ma con sintomi lievi o asintomatiche. Sono 65 in meno rispetto a ieri. Altre 4.397 (-431 rispetto a ieri) sono le persone isolate dopo aver avuto contatti con persone positive.

Ricoverati al minimo dal 9 marzo

I ricoverati nei posti letto Covid scendono a 71, 7 in meno di ieri e miglior dato dal 7 marzo scorso. Di questi, 22 sono in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri), il punto più basso dal 9 marzo.

Ci sono poi 72 nuove guarigioni complessive, per un totale che sale a 8.281. Si tratta di 820 persone clinicamente guarite (-57), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e altre 7.461 (+129 rispetto a ieri) guarite a tutti gli effetti, con doppio tampone negativo.

Coronavirus, i dati del contagio in Toscana (6 giugno)

Si registrano ancora 5 nuovi decessi, 3 uomini e 2 donne con un’età media di 74 anni. Due di questi notificati in provincia di Massa-Carrara, uno a Lucca e uno a Livorno. Il totale dei deceduti per coronavirus dal 1° febbraio scorso in Toscana tocca i 1.068, così ripartiti: 389 a Firenze, 48 a Prato, 80 a Pistoia, 160 a Massa-Carrara, 136 a Lucca, 87 a Pisa, 61 a Livorno, 46 ad Arezzo, 30 a Siena, 23 a Grosseto. Altre 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

La Toscana registra un tasso grezzo di mortalità, cioè il numero di deceduti sulla popolazione residente, di 28,6 ogni 100.000 residenti. È l’11° regione più colpita in Italia, contro una media nazionale di 56. Il più alto si riscontra in provincia di Massa-Carrara (82,1), seguono Firenze (38,5) e Lucca (35,1). Il più basso a Grosseto (10,4).

Infine i tamponi: 269.298 quelli eseguiti in totale, 2.790 in più rispetto a ieri. Quelli analizzati nelle ultime ventiquattro ore sono 2.260.

Sono i dati aggiornati alle ore 12 di oggi, sabato 6 giugno, riportati nel bollettino regionale sul coronavirus in Toscana.

Ultime notizie

Cashback, bonus di Natale 2020: come funziona, l’app IO e lo Spid

A dicembre un rimborso da 150 euro per chi fa shopping nei negozi fisici e paga con le carte elettroniche o con il cellulare: ecco come richiederlo e a cosa serve l'app

Il concerto di Antonio Artese, dal Museo Marino Marini al web

Il Museo Marino Marini e l'Istituto Italiano di cultura di Oslo insieme per il concerto del maestro Artese, ispirato alle opere dell'artista

Messa di Natale 2020 anticipata prima di mezzanotte: l’orario di inizio

La santa messa della vigilia fa i conti con il coprifuoco. La Cei: va celebrata, ma si può fare qualche ora prima

Spostamenti tra comuni, il nuovo Dpcm di Natale: stop dopo il 3 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza