domenica, 11 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCosa fare dell'albero di Natale...

Cosa fare dell’albero di Natale a Firenze: tree sitting o riciclo

Albero di Natale, cosa fare del proprio abete alla fine delle feste, ecco una guida alle iniziative migliori, per riciclare o custodire fino a dicembre 2021

-

Cosa fare dell’albero di Natale dopo le feste? Tutti gli anni i veri cultori degli abeti si riversano per le strade ad ammirare i più begli alberi e le luminarie della città di Firenze e al contempo piazzano in casa una bella pianta piena di palline colorate. Ma alla fine del periodo natalizio ci si pone l’annoso problema: e ora, cosa fare con questo vaso ingombrante?

Cosa fare con l’albero di Natale/1: il compost

Ecco qualche idea per riciclare, riutilizzare o “stoccare” l’abete se non si ha un giardino spazioso dove custodirlo fino al prossimo Natale. La prima alternativa è quella proposta da Alia. La società di servizi ambientali spiega che, a partire da giovedì 7 gennaio e fino a sabato 16, gli abeti rossi di Natale potranno essere consegnati direttamente dai cittadini presso gli Ecocentri di Alia Servizi Ambientali SpA, così da essere “avviati alle biocelle di compostaggio negli impianti ed essere trasformati in ammendante compostato”. In poche parole, l’alberello, piuttosto che seccarsi e morire tristemente nel terrazzo di casa o sul pianerottolo verrà trasformato da Alia in compost, ovvero in concime per altre piante. Anche Ikea propone un’idea simile. Chi ha acquistato un abete in uno dei megastore della catena, può infatti restituirlo dall’8 al 20 gennaio 2021 per avviarli al compostaggio, ricevendo indietro un buono pari al prezzo dell’albero da spendere entro la fine dell’anno.

Cosa fare con l’albero di Natale/2: il treesitting

Chi invece l’albero vorrebbe provare a conservarlo fino al Natale 2021 per poi poterlo riutilizzare, ma non sa dove tenerlo, può fare affidamento sull’iniziativa proposta dal Parco Museo di Poggio Valicaia. Il parco alle porte di Scandicci propone un servizio di “treesitting”, per chi non sa cosa fare del proprio albero di Natale. Si tratta di un servizio di baby sitting all’interno del polmone verde: in soldoni si può lasciare (in cambio di una donazione minima di 10 euro) l’albero in custodia allo staff del Parco di Poggio Valicaia e il proprietario può seguirlo durante l’anno mediante una app (o vederlo dal vivo durante le escursioni nel Parco). A dicembre del 2021 si passa a riprenderlo, pronto per essere riportato in famiglia per un altro Natale. Per un Natale all’insegna dell’ecologia.

 

Ultime notizie