Dario Nardella sindaco

Subito al lavoro: la prima questione da affrontare è la nuova giunta, con conferme e new entry tra gli assessori. Dario Nardella è ufficialmente sindaco: dopo la vittoria alle elezioni comunali di Firenze con il 57% dei voti, ha firmato la proclamazione nella giornata di giovedì 30 maggio 2019. Si tratta dell’atto formale che dà via al secondo mandato.

“Un grazie enorme a tutte le persone che mi hanno aiutato e a tutti i fiorentini che mi hanno eletto – ha scritto il primo cittadino su Facebook -. Il mio impegno per i prossimi cinque anni è continuare a fare del mio meglio, per Firenze, la città più bella del mondo”.

Nardella sindaco e il toto-assessori per la giunta

Per il Nardella bis c’è l’idea di una “giunta flash” da nominare in tempi brevissimi. E così scatta il toto-assessore. Tra le conferme, secondo le prime indiscrezioni, ci sarebbero i più votati della lista Pd, come Cecilia Del Re, Sara Funaro, Federico Gianassi, Andrea Vannucci, per i quali potrebbe scattare un rimpasto di deleghe. Cristina Giachi dovrebbe continuare a essere vicesindaca, come Stefano Giorgetti a occuparsi di traffico e opere.

Tra le new entry nella squadra di Nardella ci potrebbero essere Tommaso Sacchi come assessore alla cultura, finora “mente” dell’Estate fiorentina, Cosimo Guccione, al suo secondo mandato in Consiglio comunale, e Alessandro Martini eletto nella Lista Nardella sindaco ed ex direttore della Caritas fiorentina.

Aggiornamento: ecco la nuova giunta di Nardella, i nomi di tutti gli assessori.