Nel video hanno mostrato la Toscana che non t’aspetti, quella che vive di slogan fascisti, libri, svastiche, cimelli inneggianti alla destra estrema. Il video era stato pensato come contributo in occasione della Giornata per la memoria.

Ma presto, secondo quanto hanno denunciato i due curatori, sono arrivate le offese e le minacce, su Youtube.

“Molto più che solidarietà nei confronti di Ornella De Zordo e Saverio Tommasi, ma condivisione piena della loro denuncia e della loro battaglia per l’affermazione del dettato costituzionale- ha commentato detto Anna Nocentini, capogruppo di Rifondazione Comunista I due compagni, curatori del video “Razzisteria: destra estrema nella rossa Toscana” sono stati fatti oggetto nei giorni scorsi di offese, minacce e azioni di chiaro stampo fascista. Proprio nei giorni in cui si ricordano le atrocità che i regimi nazista e fascista hanno commesso, delle quali nessuno può affossare la memoria e la drammaticità, le minacce rivolte a una consigliera comunale e ad un artista dimostrano l’imbarbarimento verso cui il nostro Paese si sta dirigendo».

“L’operazione di documentazione e controinformazione – sottolinea Anna Nocentini -fatta attraverso il video da una rappresentante istituzionale e da un artista noto in città per il suo impegno democratico rende ragione di una incalzante aggressività della destra che si sente sempre più sdoganata e impone la solidarietà concreta di tutte le forze democratiche e delle istituzioni”.