lunedì, 20 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDon Fortunato di Noto: siracusano...

Don Fortunato di Noto: siracusano e… fiorentino

Don Fortunato di Noto, paladino della lotta contro la pedofilia, sarà nominato oggi (alle 15 nel Salone dei Duecento) cittadino onorario della città di Firenze dal presidente del consiglio comunale Eugenio Giani.

-

 

Don Fortunato di Noto sarà nominato oggi (alle 15 nel Salone dei Duecento) cittadino onorario della città di Firenze dal presidente del consiglio comunale Eugenio Giani.

LA SUA “MISSIONE” CONTRO LA PEDOFILIA. Fortunato Di Noto (Avola, 18 febbraio 1963) è un presbitero italiano, oltre che fondatore dell’Associazione Meter (scopo della quale è – si legge sul sito dell’associazione – “promuovere una cultura dell’infanzia che rassereni l´ambiente e tuteli di fatto i figli di tutti con la partecipazione di tutti”), ed è noto per la sua lotta contro la pedofilia e la tutela dell’infanzia in Italia e nel mondo.

L’IMPEGNO DI FIRENZE. “Questa cittadinanza onoraria – ha detto Giani – è un impegno della nostra città a contrasto della violenza ai bambini. Don Fortunato di Noto, da sempre impegnato nella lotta contro la pedopornografia e lo sfruttamento sessuale dei bambini è stato consulente tecnico di varie Procure italiane, riveste incarichi presso l’Osservatorio nazionale dell’infanzia e dell’adolescenza. Dal 2002 – ha ricordato il presidente del consiglio comunale – è consulente del Ministero delle Comunicazioni per le politiche dell’infanzia e dal 2004 è membro del Comitato scientifico della Polizia Postale e delle Comunicazioni contro la pedofilia e pedopornografia”.

Ultime notizie