venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaEvade dai domiciliari, aggredisce il...

Evade dai domiciliari, aggredisce il vicino e due agenti

Un detenuto agli arresti domiciliari è evaso dalla sua abitazione e ha poi aggredito il vicino e due agenti della Polizia, danneggiando anche una voltante.

-

Già detenuto ai domiciliari presso un’abitazione in via Bardelli per scontare una condanna per furto e utilizzo di carte di credito, intorno alle 18 di ieri l’uomo ha lasciato la sua abitazione senza autorizzazione per andare a far visita al suo vicino.

IL VICINO. La visita che ha fatto al vicino non è stata di cortesia. La vittima, il vicino, è stato costretto a chiamare il 113 in quanto il detenuto si è accanito sulla porta dell’uomo prendendola a calci e pugni accompagnando il gesto con una serie di minacce. Quando il vicino ha aperto la porta per chiarire la vicenda, l’aggressore gli ha scagliato contro un grosso coltello che fortunatamente è rimbalzato sul muro, non ferendo nessuno.

LA POLIZIA. Gli agenti intervenuti hanno bloccato l’evaso, un 39enne barese, che prima di finire in manette ha opposto una decisa resistenza colpendo i due poliziotti. Per loro, otto giorni di prognosi per le lesioni riportate. Una volta immobilizzato, gli agenti gli hanno trovato nei pantaloni un coltello affilato e lungo 40cm, lo stesso che aveva scagliato contro il vicino.

LE ACCUSE. Il malvivente dovrà rispondere di reati di evasione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, possesso ingiustificato di coltello e tentate lesioni personali. Ai reati contestati dalle forze dell’ordine al 39enne si è infine aggiunto anche quello per il danneggiamento aggravato della macchina di servizio, avvenuto durante il suo accompagnamento in Questura. Oggi la direttissima in Tribunale.

Ultime notizie